Fondi dalla Camera di Commercio, ecco le opportunità per le imprese

Le domande per accedere ai contributi camerali possono essere presentate dal 15 ottobre alle 15

900 mila euro a fondo perduto. E’ questa la cifra stanziata dalla Camera di Commercio di Lucca a sostegno delle micro piccole imprese che hanno sofferto a causa delle misure di contrasto alla pandemia Covid19. Le domande per accedere ai contributi camerali possono essere presentate dal 15 ottobre alle 15.

La giunta camerale ha deciso infatti di destinare le risorse alle imprese con valore dei ricavi nel 2019 inferiore o uguale a 1,5 milioni di euro e che hanno subito nel periodo tra il primo marzo 2020 e il 31 agosto 2020 una riduzione del fatturato di almeno il 20 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nel caso di imprese iscritte dopo il 1 marzo 2019, è sufficiente non avere in visura, a partire dal 25 marzo 2020, un codice ateco rientrante nelle “attività essenziali”. I tre bandi che sostengono le spese in cinque ambiti sono aperti dal 15 ottobre alle 15 e sono così ripartiti: 500 mila euro per interventi di digitalizzazione, sostenibilità ambientale delle attività economiche, internazionalizzazione; 300 mila euro per favorire l’accesso al credito tramite i Confidi e 100 mila euro per sostenere la ripartenza in sicurezza.

Per digitalizzazione, sostenibilità ambientale ed internazionalizzazione si ammettono investimenti da fare o investimenti fatti a partire dal primo settembre 2020. Se il progetto è ancora da realizzare ci sono 120 giorni di tempo dalla concessione per concluderlo. Il massimo erogabile è 5 mila euro. Per l’accesso al credito si considerano i finanziamenti, assisti da garanzia Confidi, ottenuti a partire dal primo maggio. Sono ammesse le domande solo dopo l’erogazione del finanziamento. Il contributo camerale copre le spese di istruttoria. Il massimo erogabile è 500 euro. Per la ripartenza si possono presentare le domande solo dopo aver sostenuto le spese. Non sono ammessi documenti di spesa con data antecedente al primo marzo 2020. Il massimo erogabile è 500 euro. Confartigianato è a disposizione delle imprese per assisterle nella presentazione delle domande.

La moratoria “Nuova Sabatini” è stata inoltre prorogata al 31 gennaio 2021. Il Ministero dello sviluppo economico ha disposto che la sospensione del pagamento delle rate o dei canoni leasing, originariamente prevista sino al 30 settembre 2020, è prorogata fino al 31 gennaio 2021, anche in deroga al limite massimo di durata del finanziamento (5 anni) fissato dal comma 3, del già menzionato articolo 2, del decreto legge n. 69/2013. L’erogazione delle quote di contributo, come prevista dai singoli decreti di concessione, non subisce modificazione; la proroga è riconosciuta d’ufficio dal Ministero, senza la necessità di trasmettere alcuna specifica richiesta da parte dell’impresa beneficiaria, a condizione che il periodo di 12 mesi stabilito per la realizzazione degli investimenti (decorrente dalla data di stipula del contratto di finanziamento) includa almeno un giorno del periodo di sospensione dei termini ex lege (compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 15 maggio 2020).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.