Toscana Energia, è stato di agitazione: lettera a sindaci e prefetti

La protesta contro il trasferimento delle funzioni a Italgas

I sindacati di categoria di Cgil Cisl Uil hanno indetto lo stato di agitazione dei lavoratori di Toscana Energia e con lettera ai prefetti hanno chiesto l’apertura della procedura di raffreddamento. Sul tappeto c’è l’annunciata riorganizzazione delle attività aziendali con il passaggio ad Italgas (socio di maggioranza) di alcune funzioni strategiche amministrative e finanziarie (da cui poi Toscana Energia dovrà riacquistarle), finora svolte da personale interno.

“Le annunciate scelte organizzative riguardanti il trasferimento di attività da Toscana Energia a Italgas (da cui poi Toscana Energia dovrà riacquistarle) confermano, a parere delle scriventi, come il modello di collaborazione tra pubblico e privato stabilito con le modifiche allo Statuto della Società approvate nel 2018 non riesca a garantire in maniera appropriata l’interesse dei cittadini e dei territori per un servizio sicuro e di qualità a garanzia di un equilibrato sviluppo delle realtà locali, oltre a produrre un forte impatto negativo su lavoratrici e lavoratori e sull’occupazione nei territori interessati”, ribadiscono Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil in una lettera inviata ai sindaci dei comuni soci di Toscana Energia.

Nella lettera vengono ricordati anche gli impegni a suo tempo sottoscritti. “In tale ambito Italgas, anche per Italgas Reti ai sensi e per gli effetti di cui all’art.1381 c.c., e i soci pubblici aderenti condividono e confermano gli obiettivi circa il mantenimento della dotazione organica di Toscana Energia nonché il mantenimento della distribuzione del personale negli attuali presidi territoriali impegnandosi a far sì che la Società ne concordi i relativi termini e modalità previo confronto con le organizzazioni sindacali – concludono -. Impegni formali che rischiano di essere disattesi a distanza di poco meno di un anno dall’avvenuta privatizzazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.