Cavatore morto, Venturi (Confindustria): “Tragedia terribile che colpisce tutti noi”

Il rappresentante dell'associazione di categoria: "Un incidente mortale è sempre una sconfitta per tutti quanti"

La morte del cavatore Andrea Figaia nella cava Borra Larga di Levigliani nel comune di Stazzema in provincia di Lucca è una tragedia terribile che colpisce tutti noi”, afferma Andrea Venturi, presidente Confindustria Massa Carrara.

“Voglio esprimere a nome di tutti i nostri imprenditori la vicinanza alla famiglia e ai colleghi di lavoro. Un incidente mortale è sempre una sconfitta per tutti quanti. Questo lutto tocca tutta la nostra comunità e tutto il mondo delle imprese del marmo apuoversiliese, non solo perché Andrea Figaia era di Carrara, ma perché nelle nostre imprese spesso si lavora fianco a fianco con i nostri dipendenti e c’è una condivisione quotidiana di fatiche e pericoli”.

In questi anni sul tema della sicurezza abbiamo fatto molti passi in avanti grazie al confronto coi sindacati e con le istruzioni che ha portato al protocollo del 2017 della Regione Toscana che vede una azione congiunta di magistratura, forze dell’ordine, Asl. Gli organi competenti dovranno stabilire cosa sia accaduto e se ci sono responsabilità. Noi, come imprese, abbiamo il dovere di verificare con i rappresentanti dei lavoratori e le istituzioni quali e quanti altri passi in avanti dobbiamo fare tutti assieme sulla strada della sicurezza. Deciderli assieme e farli poi assieme.” conclude Venturi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.