Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Rilancio della moda made in Italy, al via il Forum Unicredit

Tre appuntamenti con le imprese del settore

Un nuovo approccio alla comunicazione e al consumatore, un utilizzo innovativo del digitale, una maggiore consapevolezza della  sfera della sostenibilità e dell’etica. Tre aree strategiche necessarie per la ripartenza del settore moda, storica eccellenza del Made in Italy, alle prese con la  crisi determinata dalla pandemia. Questi i temi su cui si confronteranno esperti e operatori del comparto, imprenditori e rappresentanti delle istituzioni nel corso di The age of news Visions, tre forum virtuali su tre diverse tematiche.

L’iniziativa è organizzata da UniCredit in collaborazione con Pitti Immagine, Camera della Moda, Altaroma e Nomisma che presenterà i risultati di un’analisi condotta su un campione di aziende del Fashion e Luxury italiano.

Il primo appuntamento, in programma a Firenze domani (10 novembre), è incentrato sui nuovi modelli di comunicazione e sul profilo dei nuovi consumatori.

L’incontro è aperto dai saluti di benvenuto di Francesco Giordano, Co-Ceo Commercial Banking Western Europe di UniCredit; Carlo Capasa, Presidente della camera nazionale della moda italiana; Tommaso Sacchi, Assessore alla cultura del Comune di Firenze; e Antonella Mansi, Vice Presidente Pitti Immagine. Il forum, coordinato da Cristiano Seganfreddo, Presidente e Editore Flash Art, è arricchito dalla presentazione di Raffaello Napoleone, Amministratore Delegato Pitti Immagine; e dagli interventi di Maria Luisa Frisa, Critico e Fashion Curator e Direttore del Corso di laurea in Design della moda e Arti Multimediali – Iuav di Venezia; Livia Firth, cofondatrice e direttore creativo Eco-Age; Claudio Marenzi, Presidente e Amministrazione Delegato Herno; Roberta Benaglia, Amministratore Delegato Style Capital; Matteo Lunelli, Presidente Altagamma.

A chiudere i lavori, l’intervento di Andrea Casini, co-ceo Commercial Banking Italy che sottolinea: “Con The age of new Visions intendiamo proseguire nel nostro impegno come partner strategico delle imprese e al contempo facilitatori di una riflessione approfondita sulle possibili strategie di rilancio di uno dei pilastri dell’economia italiana: la moda. Sul solco del percorso avviato con The Italian Way, roadmap virtuale sul Made in Italy organizzata dalla banca a giugno, questa nuova iniziativa si aggiunge a quelle già messe in campo da UniCredit per sostenere il tessuto produttivo del Paese anche e soprattutto in questa fase di emergenza legata alla pandemia. L’obiettivo è proseguire il processo di confronto costruttivo intrapreso per dare voce ai principali attori del settore e affrontare insieme i temi della ripresa, partendo dalle specificità del comparto, analizzandone le esigenze in relazione ai cambiamenti che a più livelli stiamo vivendo e individuando gli strumenti più consoni e funzionali al processo di ripartenza”.

Dopo Firenze, The age of new Visions toccherà Milano, il 24 novembre; e Roma il 1 dicembre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.