Consorzio, il gruppo di minoranza al presidente Ridolfi: “Più flessibilità sui pagamenti della tassa di bonifica”

Si chiede anche l'abbattimento del tributo 2021

Il gruppo di minoranza in assemblea scrive al presidente del Consorzio di bonifica Toscana nord per chiedere, vista la crisi economica e sanitaria, più flessibilità sui pagamenti della tassa di bonifica e l’abbattimento del tributo 2021.

“L’anno in corso si è caratterizzato dalla grave emergenza Sanitaria ed economica ancora in atto, con gravissime ripercussioni sul tessuto produttivo e occupazionale dell’intero  comprensorio di bonifica. Chiediamo quindi che venga data ufficialmente comunicazione di maggiore tempo per i pagamenti dovuti dalle ditte consorziate relativo al 2020 relativo agli avvisi 2020 spediti – scrivono Bertola Giampaolo, Pietro Casali e Fortunato Angelini – Nelle prossime settimane verrà predisposto anche il bilancio di previsione 2021, si faccia il possibile per  avere risparmi nella gestione dell’ente, risparmi necessari ad abbattere il tributo 2021, salvaguardando il livello di manutenzione raggiunto, sospendendo qualsiasi tipo di assunzione di personale, dirigenti, incarichi legali, qualsiasi erogazione di contributi ad associazioni in partnerariato, qualsiasi altra ulteriore spesa non attinente alla manutenzione atta a garantire una buona efficienza idraulica delle opere”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.