Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Superbonus 110%, Unicredit al fianco di famiglie, condomini e imprese

La banca ha organizzato una giornata di confronto con tutti gli attori chiave coinvolti nell’iniziativa governativa. A oggi, sul totale delle pratiche in valutazione, circa l’88% ha come beneficiario un privato, l’8% un condominio e la restante parte un’impresa

A poco più di tre mesi dalla pubblicazione dei decreti attuativi relativi all’iniziativa Superbonus 110%, UniCredit, oggi (18 novembre), ha fatto il punto con i rappresentanti di istituzioni, organizzazioni di categoria, esperti del settore e rappresentanti degli ordini professionali. Lo scopo è condividere i meccanismi dell’agevolazione e approfondire gli aspetti normativi, le opportunità e il ruolo dei diversi attori coinvolti.

La banca ha fatto da apripista su tutte le possibilità offerte dall’iniziativa e a oggi rileva un forte interesse da parte della propria clientela. Analizzando i dati delle richieste pervenute emerge che il 67% degli interventi è destinato alla riqualificazione energetica (sia rientranti nell’ambito del perimetro Superbonus 110% che non), il 16% degli interventi sono destinati alla riduzione del rischio sismico, l’8% è destinato al cosiddetto bonus facciate ed il 9% è destinato ai lavori di ristrutturazione (es. ristrutturazione ambienti interni, pavimentazione etc.).

La media del credito d’imposta cedibile per pratica è pari a circa 113mila euro mentre il credito d’imposta cedibile più alto è pari 850mila euro. Sul totale delle pratiche attualmente in valutazione circa l’88% hanno come beneficiario un privato, l’8% un condominio e la restante parte un’impresa. Mentre attualmente la distribuzione geografica vede nel nord est il 43% del totale delle pratiche in valutazione dalla banca, segue la Lombardia ed il centro nord con il 17%.

La giornata è stata aperta dagli interventi di Francesco Giordano, co-ceo commercial banking western Europe UniCredit, Stefano Buffagni, vice ministro allo sviluppo economico, Antonio Dorrello, direttore centrale persone fisiche, lavoratori autonomi ed enti non commerciali Agenzia delle entrate, Ilaria Bertini, direttore del Dipartimento unità efficienza energetica Enea, Emanuele Orsini, vice presidente Confindustria, Daniele Vaccarino, presidente nazionale Cna.

A seguire una tavola rotonda tecnica per approfondire gli aspetti chiave nella gestione E2E dell’iniziativa Superbonus 110% e del risparmio energetico: una roadmap che ripercorre i bisogni delle categorie di utenti interessate all’agevolazione affrontata con il punto di vista del singolo partecipante con contenuti operativi e formativi rispetto all’audience. Al panel, moderato da Giuseppe De Bellis, direttore di Sky Tg 24, hanno preso parte Antonio Borrelli, partner PwC Tls avvocati e commercialisti, Giuseppe Cappochin, presidente Ordine degli architetti, Armando Zambrano, presidente Ordine degli ingegneri, Ezio Piantedosi, vice presidente nazionale geometri e geometri laureati, Alessio Tesconi, geometra esperto in urbanistica ed edilizia e direttore Academy Cam Urban StudioCamUrbanStudi, Antonio Dorrello, direttore centrale persone fisiche, lavoratori autonomi ed enti non commerciali Agenzia delle Entrate, Barbara Tamburini, co-head retail sales & marketing UniCredit. Ha chiuso la giornata Remo Taricani, co-ceo commercial banking Italy UniCredit.

“Oggi – ha commentato Francesco Giordano, co-ceo commercial banking western Europe di UniCredit – è innegabile l’urgenza di una strategia nazionale di valorizzazione urbana mirata al rinnovamento energetico del parco immobiliare pubblico e privato ispirata a criteri innovativi e a sistemi di premialità̀ coerenti con in principi dell’economia circolare, proprio come il Superbonus 110%. Siamo convinti che, come banca, possiamo e dobbiamo favorire una maggiore accessibilità, capillarità e, dunque, incisività delle misure governative. Accompagnare un settore strategico come quello dell’edilizia, una leva forte dal punto di vista economico e sociale (pensiamo alle filiere, ai posti di lavoro), ci consente di dare un contributo sostanziale al rilancio economico e ambientale del nostro Paese. Ecco perché abbiamo creato anche una Task force dedicata alla definizione di processi efficaci in linea con i continui aggiornamenti delle leggi e all’erogazione di formazione alla rete commerciale e all’istituzione di presidi sul territorio per offrire supporto mirato alla clientela”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.