Fatturazione elettronica: nascita ed evoluzione di un utile strumento digitale

Più informazioni su

Quella della fatturazione elettronica deve essere considerata a pieno titolo come una rivoluzione digitale. Ormai questa rivoluzione ha preso piede comportando non pochi benefici. Andiamo insieme a scoprire allora la nascita e l’evoluzione di questo importante, ed estremamente utile, strumento digitale.

Quando è nata la fatturazione elettronica

La fatturazione elettronica nasce nel 2014, esclusivamente per i rapporti con la Pubblica Amministrazione, con gli enti pubblici in genere, con le società quotate in Borsa. Dal 2017 la fatturazione elettronica è stata messa a disposizione anche dei professionisti e delle imprese, senza però alcun tipo di obbligo. È diventata obbligatoria nel 2019, introdotta dalla Legge di Bilancio 2018.

Ci sono alcune categorie di soggetti esonerate dalla fatturazione elettronica, come coloro che lavorano in regime di vantaggio o in regime forfettario, ma si tratta di una piccola fetta rispetto al totale dei professionisti che lavorano su suolo italiano. Inoltre è chiaro che nel corso dei prossimi anni anche per loro arriverà il momento di affidarsi alla fatturazione elettronica, scelta questa che alcuni soggetti hanno già fatto volontariamente dato che hanno visto in questo strumento un modo per rendere più semplice e veloce la fatturazione.

I motivi che sottostanno all’obbligatorietà della fatturazione elettronica

Ma perché è stata introdotta questa innovazione digitale nel settore della fatturazione? L’obiettivo che lo stato si prefigge di raggiungere con questo strumento digitale, è quello di riuscire nel corso dei prossimi anni ad ottenere l’eliminazione, o quantomeno una netta diminuzione, dell’evasione fiscale.

Quello dell’evasione fiscale è un problema che esiste da sempre, da quando l’uomo lavora praticamente, un problema che è davvero molto grave. Se le casse dello stato si impoveriscono, ecco che la tassazione non può che aumentare, andando però a gravare solo su una parte dei cittadini, su coloro che sono soliti pagare le tasse regolarmente. Non c’è insomma equità alcuna, quelle equità che in ogni società invece dovrebbe assolutamente essere presente. Se le casse dello stato si impoveriscono, è necessario fare molti tagli inoltre al settore pubblico. Si tagliano i fondi per l’istruzione, per la salute, per la ricerca, per l’innovazione, si tagliano i fondi per aiutare le persone che hanno problemi economici, si tagliano i bonus e molto altro ancora, senza considerare poi tutti i fondi necessari per il mantenimento delle città, del verde pubblico e simili. Una situazione disastrosa.

Come si è evoluta la fatturazione elettronica nel corso degli anni

Le modalità di emissione della fatturazione elettronica non sono cambiate nel corso del tempo, anche se dobbiamo ammettere che le piattaforme che consentono di effettuare questa operazione sono sempre più innovative e performanti, come FatturaPRO ad esempio.

Ciò che si sta evolvendo è il tracciato XML. Gli esperti ne stanno mettendo a punto sempre nuove versioni, al fine di correggere gli eventuali errori presenti e da rendere quindi il sistema sempre più sicuro. Inoltre grazie alle nuove versioni si va incontro ad una sempre maggiore automazione dei processi che scendono in gioco, cosa questa che deve essere accolta a braccia aperte dai professionisti che finalmente vedranno davvero il loro lavoro semplificarsi in modo intenso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.