Sicurezza nei punti vendita, lavoratori Eurospin in sciopero foto

Una delegazione dei lavoratori è stata ricevuta dal presidente del consiglio regionale Antonio Mazzeo

Sciopero dei dipendenti Eurospin delle province di Firenze, Pistoia, Lucca e Pisa, che oggi (9 dicembre) hanno manifestato nel capoluogo della regione.

Nell’occasione, la Filcams Cgil è stata a fianco dei lavoratori in presidio in via Cavour a Firenze davanti alla sede del consiglio regionale.

“La mobilitazione dei lavoratori di Eurospin contro l’azienda, in atto da settimane – spiega il sindacato –  verte su varie questioni: mancanze nell’applicazione delle misure anti Covid (sanificazioni e sicurezza), lavoratori costretti a occuparsi delle pulizie e sostituiti da interinali, dipendenti mandati in missione in altri punti vendita”.

Nel corso del presidio di oggi, una delegazione della Filcams Cgil e della camera del lavoro di Firenze, con alcuni lavoratori di ogni provincia interessata dall’agitazione, è stata ricevuta dal presidente del consiglio regionale Antonio Mazzeo, da Valerio Fabiani (delegato per le vertenze aziendali del presidente della giunta Eugenio Giani) e dai consiglieri regionali Vincenzo Ceccarelli e Enrico Sostegni, che si sono impegnati per una soluzione positiva della vertenza. La Filcams Cgil si dice “pronta a proseguire lo stato di agitazione, fino a nuovi scioperi, e a tutelare in in ogni sede i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, in mancanza di risposte dall’azienda. Ringraziamo le istituzioni e le forze politiche che ci stanno manifestando vicinanza a livello regionale e anche nazionale” .

“Il gruppo Eurospin deve urgentemente porre in essere tutte le misure necessarie per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori dal possibile contagio da Covid-19, garantendo la salubrità dell’ambiente di lavoro – ha detto Enrico Sostegni – Il rispetto inflessibile delle norme imposte dai protocolli, dei ruoli e delle mansioni previste dai contratti di lavoro è un obbligo normale ma nelle circostanze attuali, la sicurezza dei lavoratori e degli utenti dei vari servizi assume un carattere di assoluta priorità, sulla quale deve concentrarsi l’operato e la massima attenzione degli operatori economici, delle rappresentanze sociali e delle istituzioni”.
Sostegni ha anche ricordato che proprio oggi in aula è all’ordine del giorno una sua mozione sulla vicenda, per sostenere la battaglia dei lavoratori e richiedere un impegno in questo senso alla giunta regionale. “Impegno che – ha detto – con la presenza del delegato del presidente Giani per le vertenze aziendali, ha già preso avvio”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.