Quantcast

Al vescovo una statuina del presepe artigianale da Confartigianato e Coldiretti

Raffigura una operatrice sanitaria. Evento all'interno dell'iniziativa "Il futuro del presepe: comunità e nuovi mestieri"

L’iniziativa Il futuro del presepe: comunità e nuovi mestieri, promossa da Confartigianato in collaborazione con la Coldiretti e Fondazione Symbola Organizzazioni che hanno sottoscritto il manifesto d’Assisi, vuol valorizzare la tradizione del presepe attraverso iniziative simboliche che si estrinsecano nella consegna ai vescovi dei territori di ogni provincia d’Italia, di una statuina in terracotta.

E oggi (18 dicembre) il direttore di Confartigianato Imprese Lucca, Roberto Favilla ha consegnato a monsignor Paolo Giulietti, vescovo di Lucca insieme al presidente di Coldiretti Lucca, Andrea Elmi, una statuina realizzata da artigiani del territorio raffigurante un’operatrice sanitaria.

La “statuina dell’anno” mette in evidenza alcune attività che aggiornano e attualizzano i personaggi del presepe e si ripeterà a cadenza annuale. Nei prossimi anni ne verrà realizzata una diversa, dedicata a chi si è distinto nello svolgere un’attività con ricadute sociali. Mestieri, lavorazioni che, come auspica il manifesto d’Assisi sottoscritto il 24 gennaio, quindi quasi un anno fa a seguito all’enciclica Laudato Sì, siano rivolte a contenere l’emissione dei gas serra, degli inquinanti e che quindi contribuiscano a rendere la società più vivibile ed a misura d’uomo.

“Un tale processo comporta – dice Confartigianato – ricadute benefiche anche sull’economia più in generale, sull’occupazione eccetera e tutti siamo coinvolti.  È questa una sfida che richiede un impegno da parte dei cittadini, delle imprese, dei lavoratori; nessuno è escluso da questo impegno teso a lasciare alle generazioni future, un mondo migliore. Il manifesto d’Assisi, vuol dunque indurci ad affrontare, con coraggio, la crisi climatica per migliorare l’economia. In questo contesto l’economia circolare e sostenibile sono alcuni esempi di impegno concreto da parte delle imprese artigiane, agricole ecc. La volontà di rendere omaggio, attraverso l’arte e il valore artigiano di eccellenza al mestiere di questo 2020, anno dominato dalla pandemia, si è tradotta nella creazione di una statuina raffigurante un’operatrice sanitaria realizzata, in esclusiva per questa occasione, dalla prestigiosa bottega d’arte presepiale napoletana, La Scarabattola dei fratelli Scuotto”.

Le statuine saranno a corredo dei presepi organizzati da molte diocesi italiane e il vescovo Giulietti l’ha subito collocata in quello realizzato in arcivescovato.

“Occorre dunque saper cogliere le sfide, e portarle a vantaggio delle attività – conclude Confartigianato – Anche quelle della crisi climatica e pandemica possono essere l’occasione per mettere in movimento il nostro paese in nome di un futuro comune e migliore. Noi, in ogni caso, nei limiti delle nostre possibilità, lavoreremo in questa direzione, senza lasciare indietro nessuno, in Italia”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.