Appello della Regione per la Perini Navi: “Fare presto e bene”

Fabiani: "In discussione la continuità aziendale, un marchio strategico e le stesse concessioni portuali di competenza dell'Autorità portuale regionale"

Bloccare l’ennesima dilazione dei tempi e chiudere in tempo utile l’accordo per salvare Perini Navi. Nuovo intervento della Regione per l’azienda conosciuta in tutto il mondo che presto sarà in tribunale per l’udienza fallimentare, fissata il 26 gennaio. Dopo le ultime notizie Valerio Fabiani rivolge “un appello a fare presto e bene”. “Bisogna mettere in sicurezza il pacchetto degli elementi necessari all’accordo, salvaguardando le commesse, la continuità aziendale e la sopravvivenza dell’indotto” dichiara il consigliere delegato alle crisi aziendali. Fabiani ribadisce “massima attenzione ai posti di lavoro”.

In cima alle preoccupazioni anche la sopravvivenza di imprese e professionalità che negli ultimi decenni sono cresciute intorno a Perini, contribuendo a creare un polo di attrazione internazionale per la nautica a vela di lusso a Viareggio, dove forte è il tessuto di maestranze e artigiani che hanno fatto la storia della marineria fin dalla seconda metà dell’ottocento.

“In discussione – continua Fabiani – ci sono la continuità aziendale, un marchio strategico e le stesse concessioni portuali di competenza dell’Autorità portuale regionale, che non possono certo rimanere inutilizzate e delle quali deve essere assicurata la valorizzazione e la tutela”.

Un punto che si lega all’indicazione di preferire un’opzione industriale espressa da Regione e Comune.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.