Capobianco (Conflavoro) a Draghi: “Subito piano vaccinale serio e tregua fiscale”

La ricetta per rilanciare le imprese: "Bisogna investire di più in giovani e infrastrutture"

Un piano vaccinale serio e su larga scala che abbia come prima conseguenza l’apertura di tutte le attività commerciali. E, insieme, l’impegno a innovare, investendo di più e meglio nella formazione dei giovani. Roberto Capobianco, presidente di Conflavoro pmi, non ha perso tempo e con un video lanciato su Facebook ha rivolto cinque richieste al nuovo premier Draghi, a poche ore dall’insediamento del nuovo governo.

“Prima di tutto – ha spiegato Capobianco – sono necessarie misure per la gestione della fase emergenziale dell’epidemia. Per l’immediato serve un piano vaccinale serio con una apertura di tutte le attività commerciali, con ristori congrui e veloci. Serve una tregua fiscale con lo sblocco dei licenziamenti e l’accesso garantito al sistema creditizio”.

Capobianco tuttavia invita anche a guardare al futuro: “E’ quanto mai necessaria – afferma – una riforma strutturale del fisco, con l’abbattimento del costo del lavoro, la riforma della giustizia, investimenti massivi in nuove opere infrastrutturali. Necessario puntare sui giovani, avviando una riforma della pubblica istruzione che sostenga davvero la crescita dei ragazzi e la loro formazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.