Quantcast

Aumenta la febbre da trading, ma come iniziare a investire senza fare errori?

Più informazioni su

Il 2020 è stato un anno positivo per il settore degli investimenti ed in particolare per il trading online, al punto tale che sono in molti a parlare di febbre da trading.

Mettendo a confronto i dati del 2018 con quelli dello scorso anno si evidenzia un aumento dell’83% delle società che hanno ricevuto l’autorizzazione della Consob per operare legalmente con il trading e che attualmente in Italia sono più di duecentoquaranta.

Il trading viene oggi scelto sia dagli investitori con grandi capitali, sia dai risparmiatori che vogliono differenziare il loro portafoglio e destinare una percentuale del patrimonio a delle operazioni finanziarie con maggior rischio.

Nel nostro paese i traders sono aumentati in maniera esponenziale negli ultimi dodici mesi e ciò ha portato nell’universo finanziario anche persone con poca esperienza in materia.

A tal proposito è bene sottolineare che, rispetto agli strumenti di risparmio, il trading online ha potenzialmente dei profitti interessanti, ma al contempo espone il capitale ad un rischio maggiore.

Per questo, è importante capire come migliorare la gestione del denaro e ottimizzare le performance finanziarie, incrementando le proprie conoscenze della materia anche affidandosi a portali specializzati: su investingoal.it, per esempio, è possibile trovare guide, approfondimenti e recensioni con cui acquisire tutte le nozioni indispensabili per iniziare a investire con consapevolezza.

I principali errori da evitare nel trading online

Quando si inizia a fare trading ci si può lasciar ammaliare dai potenziali profitti e questo può portare ad aprire delle posizioni finanziarie senza valutare a sufficienza le possibili criticità delle stesse.

Pensando solo ai profitti e seguendo gli investimenti degli altri si corre il rischio di ridurre il proprio capitale e di trovarsi a dover sopportare delle ingenti perdite. Per non incorrere in questa situazione è utile conoscere i principali errori da evitare nel trading quando si inizia ad investire online.

Investire senza delle ricerche di mercato

Uno degli errori più frequenti commessi da coloro che sono alle prime esperienze di investimento è aprire delle posizioni finanziarie senza aver studiato il mercato. Le ricerche di mercato e lo studio del settore in cui si vorrebbe investire sono fondamentali, perché aiutano a comprendere le reali potenzialità degli asset ed anche i rischi a cui si andrebbe incontro procedendo con l’investimento.

Chi desidera diventare un trader esperto e realizzare un portafoglio ben differenziato con cui poter raggiungere una buona performance finanziaria dovrebbe dedicare parte del suo tempo allo studio degli strumenti finanziari ed anche alle ricerche di mercato condivise da degli analisti con esperienza.

Usare la leva finanziaria in maniera eccessiva

Uno strumento considerato molto vantaggioso è la leva finanziaria, la quale però deve essere ritenuta al contempo estremamente pericolosa. Grazie alla leva finanziaria è possibile investire con un capitale maggiore rispetto a quello che si possiede davvero, con l’obiettivo di ottenere dei profitti più elevati partendo da una somma ridotta.

Utilizzando una leva x5 si possono aprire ad esempio delle operazioni finanziarie per un valore massimo pari a cinque volte il proprio capitale. Prima di utilizzare la leva bisognerebbe però essere consapevoli dei rischi ad essa correlati ed essere pronti a coprire le perdite nel caso in cui l’andamento dell’asset scelto dovesse essere opposto rispetto a quanto previsto.

Investire lasciandosi governare dalle emozioni

Le emozioni non devono per forza essere eliminate del tutto, ma quando si fa trading online bisogna seguire una strategia di investimento e non cambiare le proprie posizioni a causa dell’entusiasmo o della paura.

Una valida strategia di trading deve prevedere la perdita massima che si è disposti a sostenere – consigliato in questo caso l’utilizzo dello strumento stop loss, che chiude in automatico le posizioni finanziarie se la perdita raggiunge il valore massimo stabilito – ed anche l’obiettivo di profitto che si intende raggiungere con le posizioni finanziarie aperte.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.