Quantcast

Sofidel chiude il bilancio 2020 superando per la prima volta i due miliardi di fatturato foto

In crescita volumi e redditività, a pieno regime il nuovo stabilimento in Oklahoma. Rinnovato anche il cda: lascia Emi Stefani

L’assemblea dei soci di Sofidel, gruppo cartario tra i leader mondiali per la produzione di carta ad uso igienico e domestico, noto in particolare in Italia e in Europa per il brand Regina, ha approvato il bilancio consolidato 2020.

In un contesto globale caratterizzato dall’impatto economico e sociale dell’emergenza Covid-19, Sofidel ha conseguito risultati positivi e in crescita importante rispetto al 2019, sia in termini di fatturato che di margini operativi netti.

In particolare, le vendite nette sono passate da un milione e 919 a 2 milardi e 173 (+253 milioni), con un incremento percentuale di oltre il 13 per cento. Tale risultato se da un lato è stato favorito da una dinamica di domanda globale crescente di beni essenziali per uso igienico e domestico, dall’altro è stato possibile grazie al raggiungimento della piena operatività nel secondo semestre del 2020 del nuovo stabilimento in Oklahoma, un sito greenfield di nuova generazione che ha consentito di aumentare la capacità produttiva e migliorare la copertura geografica di Sofidel negli Stati Uniti rafforzando le potenzialità di crescita in questo mercato.

L’Ebitda è di 418 milioni di euro, pari ad un’incidenza (Ebitda margin) del 19,25 per cento su ricavi netti, in deciso miglioramento rispetto alle performance 2019, quando era stato pari a 259 milioni, anche grazie al contributo del prezzo della materia prima (la cellulosa) mantenutosi ai livelli del secondo semestre 2019 e a costi energetici favorevoli per tutto il periodo.

L’assemblea dei soci di Sofidel ha anche rinnovato il consiglio di amministrazione introducendo per la prima volta consiglieri esterni: “In un anno in cui in cui l’azienda ha raggiunto il traguardo dei due miliardi di fatturato, l’assemblea Sofidel ha deciso di aprire il proprio consiglio di amministrazione a consiglieri esterni per acquisire nuove ulteriori competenze e professionalità, utili per le sfide che ci attendono”, hanno dichiarato il presidente Edilio Stefani e l’amministratore delegato Luigi Lazzareschi.

Sofidel tutta ringrazia il presidente uscente Emi Stefani che, con il compimento del suo novantesimo anno di età, ha deciso di concludere il suo impegno attivo quotidiano all’interno dell’azienda. Analogamente esprime il proprio ringraziamento e gratitudine a Lorenza Magazzini e Cristina Lazzareschi, rispettivamente moglie e figlia dell’altro co-fondatore di Sofidel, Giuseppe Lazzareschi, che lasciano le loro cariche.

Questa la composizione del nuovo CdA Sofidel. Presidente: Edilio Stefani; amministratore delegato: Luigi Lazzareschi. Consiglieri familiari non esecutivi: Paola Stefani, Nicolò Stefani. Consiglieri esterni: Chiara Mio, professore ordinario al dipartimento di management dell’università Ca’ Foscari di Venezia; Silvio Bianchi Martini, professore ordinario di economia aziendale all’università di Pisa; Andrea Munari, attuale amministratore delegato e direttore generale di Bnl in procinto (dal prossimo aprile) di assumere la carica di presidente della stessa banca; Alessandro Solidoro, commercialista, dello studio solidoro di Milano. Segretario: Guido Corbetta, professore ordinario all’università Bocconi di Milano.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.