Quantcast

Ungulati, Confagricoltura Toscana: “Serve una revisione della legge nazionale sulla caccia”

Il presidente della sezione ambiente e territorio lancia un appello a Giani: "La Regione si attivi col governo per chiedere ulteriori attività di controllo"

“La Regione si attivi per chiedere al governo una revisione della legge nazionale sulla caccia per risolvere il problema degli ungulati”. È questo l’appello lanciato dal presidente della sezione ambiente e territorio di Confagricoltura Toscana Bernardo Gondi al presidente della Toscana Eugenio Giani e all’assessora regionale all’agricoltura Stefania Saccardi.

“In alcune zone della Toscana – spiega Gondi – c’è dieci volte il numero degli ungulati che l’ambiente può sopportare, è un enorme problema sotto molti punti di vista: arrecano danni all’agricoltura, causano incidenti potenzialmente mortali e provocano il deperimento del bosco. Con la pandemia il problema si è ingrandito perché non c’è stata l’attività venatoria utile a tenere sotto controllo la situazione. Ci sono delle specie cresciute in termini numerici in modo esagerato a discapito di altri animali e questo danneggia la flora, è un fenomeno che va gestito”.

“La Regione Toscana dovrebbe attivarsi nei confronti del Governo per chiedere ulteriori attività di controllo degli ungulati, serve urgentemente una revisione della legge nazionale sulla caccia – conclude Gondi -. Purtroppo le Regioni possono intervenire soltanto in modo limitato, è dunque indispensabile una visione strategica nazionale, la situazione è drammatica, serve l’intervento dello Stato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.