Quantcast

Verso la zona arancione, Cna Lucca: “Riprendere subito il mercato dell’antiquariato”

L'associazione di categoria: "I lavoratori hanno preso ristori risibili e non sono stati ancora risarciti della tassa di occupazione del suolo pubblico"

Con il ritorno in zona arancione dalla prossima settimana, Cna commercio su aree pubbliche torna a gran voce a chiedere la possibilità di tornare a svolgere il mercato dell’antiquariato.

“Già un mese fa esprimemmo dissenso per la scelta adottata dal Comune – spiega Valentina Cesaretti, portavoce della categoria –  quando decise di annullare l’attività. Il mercato dell’antiquariato non è una fiera occasionale, né una festa all’aria aperta. E’ un mercato, cioè un’attività commerciale all’aria aperta, a cadenza fissa. E’ il luogo di lavoro di operatori che da mesi stentano a sopravvivere, perché costretti a non poter esercitare il proprio lavoro”.

Tali lavoratori, sostiene la Cna di Lucca, tra l’altro, “hanno preso in questi mesi ristori risibili e non sono stati ancora risarciti dell’eventuale tassa di occupazione del suolo pubblico, pagata nel 2020“.

“Questi operatori – prosegue Cesaretti – pur potendo esercitare l’attività, ne sono di fatto impediti, ormai senza comprendere il perché. I centri commerciali sono aperti, eppure sono al chiuso. Perché non consentire un mercato, che si svolge all’aria aperta, dove il rischio di contagi è notevolmente ridotto? O assimilare questo mercato ad una fiera o ad una manifestazione di carattere ludico culturale?”.

Non comprendendo le motivazioni di questa scelta, la Cna commercio aree pubbliche chiede, quindi, a gran voce, di riaprire questa attività.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.