Quantcast

Riaperture in zona gialla, il Blanco è pronto a ripartire. E cerca sei nuovi dipendenti

Tavoli distanziati, spazi all'aperto e apericena serviti: la ricetta per tornare a lavorare senza rinunciare alla sicurezza

Bar e ristoranti pronti a riaprire, se in zona gialla, anche la sera.
E c’è chi si sta già attrezzando per una ripartenza in grande stile, tanto da avviare una campagna di ricerca di lavoro per sei figure professionali.

Brunello Gambini, titolare del Blanco Ristocaffè, già da qualche tempo ha messo nel mirino il momento in cui le attività avrebbero potuto ricominciare. E lo ha fatto ristrutturando il locale per renderlo rispondente alle misure di sicurezza contro la diffusione del contagio: tavoli distanziati, gazebo aperto e una ulteriore parte esterna allestita ad hoc per ricevere i clienti.

Da quando si potrà il Blanco tornerà a 360 gradi con colazioni, i pranzi, apericene e cene. Tutto servito al tavolo e senza il tradizionale buffet che, al momento, non può essere riproposto alla clientela.

“Siamo pronti – dice Brunello Gambini – per una ripartenza in piena sicurezza e con tante novità: dai pranzi veloci alla carta all’apericena servito al tavolo con portate calde e fredde di terra e di mare. Una formula veloce e salutare per il cliente al quale offriremo anche formule vantaggiose come, ad esempio, se ci faranno stare aperti fino alle 24, prezzi speciali per chi arriva dopo le 22. Fra le novità ci sarà anche la collaborazione per le colazioni con una nota pasticceria di Lucca”.

Il Blanco torna a regime, dunque, e per farlo è alla ricerca di personale qualificato, con esperienza, professionalità e che garantisca la massima serietà. La ricerca è rivolta a persone dinamiche e creative che sappiano lavorare in team. In particolare si selezionano una barista per le colazioni, un barman, un cameriere, un cuoco, un aiuto cuoco e un lavapiatti. Almeno sei posizioni professionali che si uniranno agli storici dipendenti del locale che torneranno fra i tavoli e dietro il bancone. Chi volesse candidarsi può farlo alla pagina Facebook Blanco Ristocaffè o via email a blancoristocaffe@gmail.com.

“Forse ce l’abbiamo fatta – dice Gambini – e possiamo ripartire come prima, seguendo ovviamente tutte le normative igienico sanitarie e agendo in tutta sicurezza sia per noi sia per i clienti del locale. Mi piace pensare che la gente possa venire qui e passare una o due ore in piena tranquillità e senza avere alcuna preoccupazione. È questo il motivo per cui abbiamo ridisegnato gli spazi e ampliato la disponibilità dei tavolini all’aperto. Sul futuro? Penso che non ci sarà un’altra chiusura. Comunque vada la mia intenzione è quella di aprire, almeno per i primi di maggio. Siamo fermi praticamente da un anno e come categoria non ce la facciamo più. È giusto riaprire se ci sono le condizioni di sicurezza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.