Quantcast

Il Ccnl dell’Ugl non sarà applicato al settore trasporti, soddisfazione in casa Uil

Il sindacato: "la sentenza emessa dal Tribunale di Lucca rappresenta un altro importante tassello per il contrasto di chi intende fare impresa sottopagando e sfruttando i lavoratori"

“Soddisfatti per il riconoscimento dell’illegittimità dell’applicazione del Ccnl Ugl nel settore trasporti e logistica”. Commentano così Giuseppe Priolini, responsabile del settore vertenze e politiche del lavoro della Uil area nord Toscana provincia di Lucca e Simone Marsili della segretaria generale della Uil trasporti Toscana.

“Nel mese di aprile il tribunale di Lucca sezione Lavoro, accogliendo un ricorso presentato per tramite dell’avvocato Giulio Roberti del Foro di Lucca, ha riconosciuto la illegittimità dell’applicazione del Ccnl autotrasporti Ugl, che non garantisce i minimi di trattamento economico offerti dal contratto comparativamente più rappresentativo che è il Ccnl Autotrasporti sottoscritto da Cgil, Cisl e Uil Trasporti, in quanto organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative a livello nazionale e contratto collettivo di riferimento per il settore”.

“Un ulteriore traguardo nella lotta al dumping contrattuale che come sindacato Uil portiamo avanti con forza sia per la tutela dei diritti dei lavoratori, sia per ostacolare forme di concorrenza sleale che passano dall’applicazione di Contratti Collettivi non rappresentativi e con retribuzioni inique – vanno a avanti i rappresentanti sindacali -. Lotta al dumping contrattuale, che si manifesta con l’applicazione di contrattazione spuria, che aveva già visto cassare dall’ispettorato del lavoro di Lucca e Massa Carrara, su richiesta di intervento del sindacato Uil, il Ccnl Conflavoro nel settore calzaturifici. Oggi, più che mai, i diritti dei lavoratori vanno salvaguardati e tutelati e il Sindacato Uil resta in prima linea per la difesa della contrattazione collettiva maggiormente rappresentativa e per il rispetto dei lavoratori. Contrattazione Collettiva maggiormente rappresentativa che ricordiamo essere alla base e a fondamento anche della sicurezza sul lavoro”.

“Il sindacato Uil continuerà la difesa delle prerogative dei lavoratori in ogni azienda in cui riscontrerà che i diritti contrattuali sono violati, tutti i lavoratori che volessero controllare o avere chiarimenti su buste paga e contratti di lavoro possono venire presso la sede provinciale in Lucca Via Barsanti e Matteucci – concludono -. Ringraziando l’avvocato Giulio Roberti per l’attenzione riposta nella stesura del ricorso e nella intera causa di lavoro portata avanti, per conto di un lavoratore assistito dalla Uil area nord Toscana e dalla Uil Trasporti, possiamo dire che la sentenza emessa dal Tribunale di Lucca rappresenta un altro importante tassello per il contrasto di chi intende fare impresa sottopagando e sfruttando i lavoratori“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.