Quantcast

Aggressioni sui bus, Ctt nord chiede un tavolo di confronto con le prefetture

L'azienda: "In questi giorni abbiamo già ricevuto le prime disponibilità"

Un tavolo di confronto sulla sicurezza a bordo dei bus. E’ quanto richiesto da Ctt nord dopo le diverse denunce di aggressioni nei confronti del personale conducente e di controllo.

L’azienda ha così chiesto alle prefetture, alle questure territorialmente competenti oltre che alle forze dell’ordine delle provincie di Livorno, Pisa, Lucca e Massa Carrara di affrontare le problematiche connesse al tema della prevenzione e controllo delle situazioni di pericolo a bordo bus.

“L’organizzazione di incontri specifici sul tema è finalizzata ad attivare tutte le iniziative possibili, coordinandosi con le forze dell’ordine e le autorità competenti affinché vi sia la presenza a bordo del bus e per individuare modalità di prevenzione e gestione dei fenomeni in questione accaduti in queste ultime settimane – spiega l’azienda -. In questi giorni abbiamo ricevuto le prime disponibilità da parte degli enti coinvolti”.

Domani (9 giugno) è stato convocato il primo incontro con la prefettura di Massa Carrara.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.