Quantcast

L’evoluzione storica del noleggio a lungo termine

Più informazioni su

La flessibilità attuale del contratto di noleggio a lungo termine è frutto di una lunga evoluzione storica che ha visto l’affermarsi di accordi alternativi alla solita compravendita di automobili. In un primo momento, i noleggi duraturi erano ammessi solo per gli operatori commerciali come le società di servizi, gli imprenditori individuali, i piccoli artigiani e i lavoratori autonomi titolari di partita IVA. I reali beneficiari sono incrementati in maniera esponenziali nel corso degli anni dopo aver preso visione dei numerosi effetti positivi come il risparmio sui costi ordinari per la gestione della vettura. In un secondo momento, il legislatore nazionale ha previsto un ampliamento delle categorie originarie per inglobare anche i privati cittadini con bisogni di ordine familiare. Oggigiorno, ci sono numerose società specializzate sul territorio italiano come Noltec noleggio a lungo termine Lucca che offrono soluzioni adeguate alle esigenze concrete della vita quotidiana. Le case costruttrici si mostrano sempre più favorevoli a modelli alternativi capaci di stuzzicare l’interesse del consumatore.

Gli elementi che influenzano il valore complessivo dell’anticipo

Nei contratti di noleggio a lungo termine è solitamente previsto un anticipo da pagare quando si perfeziona l’accordo con il rivenditore o la casa costruttrice. Una somma che permette di ridurre la rata mensile prevista per l’utilizzo della vettura. L’importo viene già indicato quando si procede alla realizzazione del preventivo dei costi in favore del futuro cliente nel rispetto assoluto delle prerogative di trasparenza e correttezza. L’ammontare dell’anticipo risente di alcuni fattori importanti come la scelta dell’auto avendo riguardo al suo valore commerciale, l’intera durata del contratto di noleggio, il chilometraggio ipotizzato e degli extra richiesti esplicitamente dal cliente al noleggiante. Il pagamento dell’anticipo rappresenta la soluzione migliore per chi dispone di una somma da immobilizzare immediatamente e vuole godere di una riduzione del 20-30% su base mensile, senza andare ad incidere troppo sulle entrate ordinarie. Al giorno d’oggi, l’anticipo rappresenta una scelta facoltativa del futuro automobilista, mentre in passato costituiva un vero e proprio obbligo contrattuale per l’imprenditore.

Quali conseguenze comporta un noleggio senza anticipo

Molte case costruttrici e rivenditori autorizzati, dopo aver osservato delle resistenze da parte dei possibili fruitori per la previsione di un considerevole anticipo, hanno previsto l’eliminazione di un compenso da versare al noleggiante al momento della conclusione del contratto. Questa soluzione comporta la presenza di una rata mensile maggiorata così da celare l’assenza dell’importo versato con l’anticipo. Un’alternativa valida per chi non possiede quote da immobilizzare e per l’azienda dalle dimensioni ridotte che non vuole immettere troppa liquidità in una sola operazione.

Inoltre, negli ultimi anni, in tanti paesi dell’Unione Europea, si assiste ad un fenomeno particolare, ossia il noleggio di auto usate. Non sono certo poche le società che permettono questo tipo di operazioni quando dispongono di vetture in perfetto stato, sottoposte regolarmente ad una serie di controlli per garantire la sicurezza del conducente e di tutti i passeggeri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.