Quantcast

Green pass, Confcommercio chiede una proroga: “Dal governo solito caos informativo”

L'associazione di categoria alla vigilia dell'entrata in vigore delle restrizioni: "I nostri imprenditori si trovano di fronte a tante incertezze normative e mancati chiarimenti"

“Troppa confusione fra gli imprenditori a causa del solito caos informativo da parte del governo”. Così Confcommercio torna a parlare di green pass e chiede una proroga sui controlli alla vigila dell’entrata in vigore del certificato verde.

“A oggi – si legge in una nota dell’associazione -, come avvenuto purtroppo per molti altri provvedimenti governativi legati all’emergenza sanitaria in questo ultimo anno e mezzo, i nostri imprenditori si trovano di fronte a tante incertezze normative e mancati chiarimenti che, nonostante le richieste a tutti i livelli di associazioni di categoria come Confcommercio, non sono ancora arrivati da parte del Governo in materia di green pass. Per questa ragione siamo a chiedere con forza la concessione di una proroga per quanto riguarda i controlli, in attesa che sia finalmente chiaro a tutti il meccanismo. A tale proposito ricordiamo e ribadiamo, così come già fatto nei giorni scorsi, come a nostro avviso i controlli non vadano in alcun modo deputati ai titolari delle attività o loro dipendenti. In primo luogo, per ovvie ragioni di ruoli, ma anche per questioni di praticità, soprattutto per le attività a conduzione familiare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.