Quantcast

Nuova divisione per Essity, l’azienda: “Non tagliamo personale e produzione in Italia”

Nasce a gennaio Consumer tissue private label Europe: "L’obiettivo è ora di attivarsi perché i nostri stabilimenti in Italia siano pronti a cogliere questa opportunità di crescita"

Essity, le ragioni di una scelta. In piena vertenza sindacale l’azienda spiega il perché della nascita, operativa da gennaio 2022, di una divisione dal nome Consumer tissue private label Europe all’interno dell’area di business consumer tissue. Scelta, quest’ultima, che ha fatto infuriare i sindacati che temono per l’occupazione dei 700 addetti fra Porcari, Altopascio e Collodi.

Ma Essity rassicura: non ci saranno tagli nell’occupazione.

“Il progetto – spiega Essity – si propone di cogliere le rilevanti opportunità che vengono dalla crescita del mercato private label per il comparto carta tissue in Italia, che ha raggiunto il 52,7% dei volumi nel 2020, con un aumento costante anno su anno. L’obiettivo è ora di attivarsi perché i nostri stabilimenti in Italia siano pronti a cogliere questa opportunità di crescita, anche tenendo in considerazione che i prodotti a marchio Tempo rappresentano attualmente circa il 20% dei volumi prodotti da Essity in Italia, mentre quelli private label ne rappresentano già la maggioranza”.

“La nuova divisione Consumer tissue private label – spiega l’azienda – sarà definita in modo da essere in grado di rispondere meglio alle esigenze specifiche dei clienti, agile e con costi di struttura sotto controllo. Risponderà alle nuove domande del mercato e agirà in autonomia, con funzioni proprie per coprire l’intera catena del valore. Andreas Pier è nominato responsabile di questa divisione e Andy Woodburn è nominato a capo della supply chain, entrambi manager di comprovata esperienza in Essity. Allo stato attuale non sono previste riduzioni né di personale né di volumi produttivi in Italia“.

“La divisione sarà operativa da gennaio 2022 – conclude – ed Essity è certa che sarà un successo. L’azienda ha già avviato le consultazioni con le organizzazioni sindacali e opera, come di consueto, in conformità con la legislazione e le normative in materia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.