Quantcast

Tpl, Lombardi lascia la presidenza di Autolinee Toscane alla vigilia del subentro

L'ex manager: "Lascia il mio incarico con grande serenità"

Bruno Lombardi lascia la presidenza di Autolinee Toscane alla vigilia  del subentro nella gestione del trasporto pubblico su gomma. Il manager che ha costruito la strategia  e portato all’aggiudicazione della gara, ha scelto di  passare il testimone proprio nel giorno del suo  75esimo compleanno.

“Fra pochi giorni – spiega Lombardi – si aprirà una nuova fase per Autolinee Toscane che dal 1 novembre  subentrerà nella gestione del servizio. La scelta di partecipare alla gara è risultata  vincente: è stato un percorso lungo e contrastato, ma alla fine, grazie alla correttezza con cui è  stata gestita, AT ha raggiunto il traguardo che è stato anche il traguardo della mia vita professionale.  Tra l’altro il caso vuole che la conclusione di questo percorso coincida con il mio 75° compleanno.  Lascio quindi la carica di presidente – precisa Lombardi – con grande serenità, consapevole che il  subentro sarà gestito da un management con esperienza e professionalità di alto livello, in grado quindi di rispondere alle aspettative di un trasporto migliore. Il mio saluto e il mio ringraziamento  – conclude – vanno a tutti coloro che insieme a me hanno costruito questo risultato, i tecnici per la  gara e per la messa a punto del contratto di concessione, i giuristi per il lungo contenzioso”.

Per arrivare a ciò Bruno Lombardi, nel 2007, propose a Ratp  Dev di acquisire Florentiabus, la società  di trasporto pubblico di Borgo San Lorenzo, poi denominata Autolinee Toscane, che parteciperà alla  gara indetta dalla Regione Toscana, aggiudicandosi il servizio nel marzo 2016. Da lì si è sviluppato  un lungo contenzioso che si è concluso con la sentenza del Consiglio di Stato del 21 giugno 2021,  dopo oltre 5 anni, durante i quali i ricorsi dei gestori uscenti sono stati respinti in tutte le sedi di  giustizia amministrativa (Tar, Corte di Giustizia Ue e Consiglio di Stato).

Bruno Lombardi ha iniziato la sua carriera a Ratp Dev Italia nel 2001 con la mission di gestire le  attività della casa madre nel nostro Paese: acquisizione di aziende nel settore del trasporto di  persone e joint-ventures, sia su gomma che ferroviario, e attuazione di strategie per nuove  infrastrutture da realizzare anche con lo strumento della finanza di progetto.

Lombardi è anche l’artefice della nascita dell’attuale sistema della tramvia a Firenze.  Nel 2002 il Comune di Firenze aveva lanciato il bando per la ricerca del soggetto privato per costruire  e, poi, gestire l’infrastruttura. La società Ratp, gestore del sistema del trasporto pubblico a Parigi,  riuscì ad aggiudicarsela, e si costituì capofila del raggruppamento di imprese da cui poi è nata “Tram  di Firenze spa”, di cui Lombardi è stato presidente, avviando il progetto per il finanziamento e la  costruzione dell’infrastruttura prima, e creando poi Gest, per la gestione delle linee tramviarie a Firenze, e della quale è stato amministratore delegato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.