Quantcast

Vetro basso emissivo: che cos’è e a cosa serve

Più informazioni su

Quando si parla di finestre, porte, infissi, serramenti presenti nelle case, si corre il rischio di fare sempre un po’ di confusione. Ci si ritrova così al momento dell’acquisto o del cambio di un componente del tutto disinformati.

Se devi acquistare nuovi infissi, infatti, potresti aver sentito ricordare il vetro basso emissivo conosciuto anche semplicemente come vetro termico Low-E. Proviamo a fare un po’ di chiarezza.

Vetro basso emissivo: cos’è

Il vetro basso emissivo è quella tipologia di vetro isolante che protegge sia dal caldo sia dal freddo. Perché il vetro sia per l’appunto “basso-emissivo” occorre la presenza di due o più lastre distanziate da un profilo distanziatore o più. In questo modo vi è una ridotta dispersione di energia, il vetro è trattato con un rivestimento molto sottile proprio per migliorare le proprietà termiche venendo così a creare una sorta di schermo.

Ad oggi la stragrande maggioranza degli infissi è costituita di base proprio con vetri di questo tipo e in generale il vetro emissivo basso è caratterizzato dalla presenza di una sola lastra trattata. Nel caso di doppio vetro il trattamento è applicato direttamente solo su una delle due facce interne del vetro stesso. Per determinare le facce di un vetro si procede dall’esterno verso l’interno, di conseguenza la faccia numero uno sarà sempre quella posta verso l’esterno, mentre le altre saranno quelle verso gli ambienti interni.

Vetro emissivo: come si riconosce

Vi incuriosisce sapere che tipo di vetro è presente sulle vostre finestre? Potete procede con un semplicissimo test fai da te: prendete un accendino e posizionatevi proprio di fronte al vetro della finestra. Azionate l’accendino e osservate il colore delle fiamme. Se davanti a te vedi due fiammelle dello stesso colore significa che sulla finestra è montato semplicemente un vetro singolo e la finestra non offre nessun tipo di protezione termica. Se invece vedi riflessa di quattro fiamme uguali dello stesso colore (arancione chiaro) sulla finestra è presente un doppio vetro, ma non del tutto sufficiente a dare protezione dal caldo e dal freddo. Se invece vedi che la terza fiammella riflessa sul vetro ha un colore diverso tendente al violaceo significa che sulla tua finestra è montato proprio un vetro emissivo freddo e che fornisce un’adeguata protezione.

Come scegliere un vetro

Quando si decide di comprare un vetro nuovo o di sostituire quello già presente sono davvero tanti i fattori da tenere in considerazione. Non si può ad esempio tralasciare la dispersione del calore, la trasmissione della luce e molto altro. Il prezzo di un vetro basso emissivo è generalmente misurato in base al metro quadro. Per questo per capire quanto costa installare i vetri nelle finestre della propria casa basta tenere presente i metri quadri necessari per coprire gli spazi presenti. Per la posa e per tutti i consigli in merito alla scelta è sempre meglio affidarsi a tecnici specializzati che grazie all’esperienza acquisita negli anni sapranno trattare tutte le operazioni in modo adeguato e sapranno risolvere qualsiasi dubbio in merito.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.