Quantcast

Stop all’acqua a Castelnuovo dalle 14, i commercianti: “Gli accordi erano diversi”

Il centro commerciale naturale aveva annunciato l'orario delle 15 agli associati: "Disagi per bar e ristoranti"

Polemica per l’interruzione del servizio idrico oggi pomeriggio (25 ottobre) a Castelnuovo in tutto il centro storico e qualche zona limitrofa. Gaia aveva comunicato che i lavori sarebbero iniziati alle 14 ma gli accordi presi tra l’associazione Compriamo a Castelnuovo, centro commerciale naturale di Confcommercio, e l’amministrazione comunale erano diversi e prevedevano la sospensione dalle 15 per venire maggiormente incontro alle attività di ristorazione e bar più colpite dai disagi dei lavori.

“Non possiamo accettare di essere cercati per concordare un orario, comunicarlo ai nostri associati e poi essere smentiti dai fatti – dice il presidente Andrea Baiocchi – questo pur con il massimo rispetto dei rapporti di collaborazione che abbiamo con l’amministrazione comunale. E naturalmente per il lavoro di Gaia Spa”.

L’intervento di Gaia si è reso necessario per un guasto idrico che ha colpito nelle settimane scorse gran parte del centro storico. “Siamo stati contattati circa una settimana fa e ci è stato chiesto quale fascia oraria avrebbe creato meno disagi – spiega Baiocchi – abbiamo indicato quella che prevedeva l’inizio dei lavori alle 15. Giovedì ci è stato comunicato l’avviso ufficiale di Gaia che indicava le 14, ma abbiamo ricevuto rassicurazioni dal Comune che la sospensione non ci sarebbe stata prima delle 15. Anche ieri mattina, a seguito di alcune voci, abbiamo chiesto nuova conferma che è arrivata puntualmente. Poi alle 14,03 un nostro associato ci ha comunicato dell’assenza dell’acqua. Una sola ora fondamentale però per le attività che con l’acqua ci lavorano come bar che hanno visto le macchine del caffè stopparsi o ristoranti alle prese con il finire dei pranzi e la sistemazione della cucina. In molti ci hanno infatti contattato telefonicamente. Ora, non entriamo nel merito del lavoro di Gaia, ma ci dispiace aver fornito un’indicazione sbagliata ai nostri associati e per questo abbiamo deciso di chiarire l’accaduto a mezzo stampa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.