Quantcast

Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Unicredit Foundation, anche il Banco alimentare della Toscana tra i beneficiari

2,7 milioni di euro verranno distribuiti sull’intero territorio nazionale

Essere sempre al fianco degli individui e delle famiglie in difficoltà a seguito della pandemia. Con questo obiettivo UniCredit Foundation ha deliberato oggi l’erogazione di 2,7 milioni di Euro a sostegno di alcune organizzazioni impegnate sull’intero territorio nazionale nella distribuzione di cibo a tutti coloro che versano in stato di grave difficoltà.

Grazie alla donazione, 16 organizzazioni attive sull’intero territorio nazionale, segnalate dalle strutture territoriali in cui opera la banca, potranno erogare 2 milioni di pasti gratuiti, intervenendo in modo diffuso e mirato a favore di coloro che vivono in condizioni di rilevante difficoltà economica

Questa nuova iniziativa di UniCredit Foundation consentirà alle organizzazioni beneficiarie di meglio fronteggiare l’attuale emergenza anche adeguando le loro catene logistiche alle nuove necessità. Così facendo avranno la possibilità di aumentare il numero degli interventi sul territorio migliorandone anche la qualità.

UniCredit Foundation prosegue così il suo importante impegno, messo in atto fin dagli inizi della pandemia, a favore delle popolazioni più colpite. Questo ha visto una primissima erogazione di 500 mila euro alla Protezione Civile per l’acquisto dei primi presidi sanitari, di 200 mila euro al Policlinico di Milano per affrontare l’emergenza sanitaria, di 500 mila euro al Fondo “Sempre con voi” a favore delle famiglie dei sanitari deceduti nella lotta al Covid 19, di oltre 1,2 milioni a favore dei 3 ospedali italiani maggiormente impegnati nel contrasto alla diffusione del virus e di 720 mila euro a favore di numerosi operatori attivi negli altri Paesi Europei in cui opera il Gruppo UniCredit.

Per la Toscana, l’associazione beneficiaria è il Banco Alimentare (https://www.bancoalimentare.it).

“Nel 2021 in Toscana, anche a seguito della pandemia, le persone e le famiglie che si trovano nel bisogno sono notevolmente aumentate, come mai era successo nei nostri 25 anni di storia – ha commentato il Presidente del Banco Alimentare Toscana, Leonardo Berni. Purtroppo, prevediamo che nel 2022 ci sarà un ulteriore incremento.E’ sempre più evidente che solo una risposta da parte di tutta la società può soddisfare un bisogno così grande, ed è per questo Banco Alimentare opera, come sempre, in stretta collaborazione con strutture caritative, aziende, istituzioni pubbliche e private. Ringraziamo Unicredit per aver creduto in noi e nella rete di cui facciamo parte. Il prezioso e generoso contributo ci consentirà di fare importanti interventi strutturali, che porteranno un beneficio a noi e alle oltre 500 Strutture Caritative con noi associate”.

Maurizio Beretta, Presidente di UniCredit Foundation ha dichiarato: “La Fondazione è ben consapevole che la pandemia ha aumentato in misura rilevante il numero di coloro che si rivolgono alle mense per ricevere del cibo. È aumentata considerevolmente la domanda da parte di persone che si sono trovate, all’improvviso e spesso per la prima volta nella loro vita, in una condizione di estrema difficoltà. È cresciuta la richiesta da parte di famiglie, soprattutto se numerose e con bambini. Sappiamo infatti che oggi sono oltre 1,3 milioni i minori che versano in condizioni di povertà. E sappiamo anche che oggi, nel nostro Paese, sono spesso proprio i più giovani a pagare il prezzo più alto in questa emergenza. Con questa iniziativa UniCredit Foundation – che non esaurisce il proprio impegno in questo ambito – ha deciso di confermare il proprio aiuto ai soggetti più colpiti e di sostenere alcune di quelle organizzazioni che in questo anno e mezzo si sono prodigate a supportare chi si è trovato in condizione di grave necessità”.

Unicredit Foundation

UniCredit Foundation è la fondazione d’impresa del Gruppo UniCredit, nata nel 2003, impegnata nel perseguire finalità sociali e umanitarie e a promuovere studi e ricerche in ambito economico finanziario.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.