Quantcast

Ambiente fa rima con Geal: fontanelli e auto elettriche per ridurre le emissioni di Co2 foto

A Santa Maria del Giudice inaugurata la settima Fonte del Futuro. Veicoli non inquinanti per la flotta aziendale

Sono più di 785 le tonnellate di Co2 che Geal, con le Fonti del Futuro, ha risparmiato all’ambiente nell’ultimo anno. A queste si aggiungeranno per il 2022 altre 28 tonnellate grazie alle azioni per la mobilità elettrica annunciate oggi (10 dicembre) dall’azienda nel corso di due eventi.

Geal inaugurazione veicoli elettrici

Il primo si è svolto nella mattinata a Santa Maria del Giudice con l’apertura della settima Fonte del Futuro alla presenza dei cittadini e degli alunni della scuola elementare; il secondo nella sede Geal dove sono state inaugurate le nuove auto elettriche aziendali che permetteranno ai letturisti dei contatori e all’ufficio tecnico di muoversi con minori impatti sull’ambiente.

“Oltre alla qualità del servizio, riconosciuto dalle indagini di soddisfazione dei cittadini dell’autorità idrica toscana come quello dagli standard più alti della regione, Geal da sempre lavora per l’efficienza e per il rispetto dell’ambiente – ha spiegato il presidente Giulio Sensi – Non solo perché acquedotto, fognature e depurazione sono strumenti fondamentali per la salvaguardia di un territorio, ma anche perché cerchiamo di svolgere il nostro servizio con minor impatto possibile sull’ambiente”.

“Per contribuire in modo sostanziale agli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dalle Nazioni Unite con l’Agenda 2030 – aggiunge l’amministratore delegato Salvatore Pipus – abbiamo avviato con il sostegno di Acea un piano per la sostenibilità integrale con azioni di riduzione delle emissioni di Co2. Oltre alle Fonti del Futuro, le cui installazioni in tutte le zone della città proseguono come da programmi, stiamo partendo con un piano di mobilità elettrica, ed oggi abbiamo presentato 6 auto elettriche che vanno a sostituire le 6 utilitarie 1200 a benzina con un risparmio di 7 tonnellate di co2 all’anno. Nel corso del 2022 sostituiremo almeno 23 autoveicoli tra autovetture e furgoni, con un impatto ambientale praticamente nullo. Le nostre iniziative non finiscono qui e proseguono nel rilancio degli obiettivi di digitalizzazione del rapporto con gli utenti e in partnership con l’associazione Talea pianteremo nuovi alberi sul territorio”.

“Le azioni di Geal – afferma il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini – aiutano la città a proseguire nel suo piano per l’Agenda Onu sulla sostenibilità. Il servizio idrico integrato ha già un forte valore ambientale e svolgerlo limitando le emissioni di Co2 e attingendo a fonti di energia rinnovabili impreziosisce ancora di più questa azione. Nella zona di sant’Alessio, l’allargamento della rete fognaria è un segno di rispetto ambientale notevolissimo. Considerando che proprio da sant’Alessio a partire da via dei Dorini fino a a corte dei Ghiri c’è la batteria di pozzi che alimenta l’acquedotto sussidiario di Pisa e Livorno e si parla di 500 litri d’acqua al secondo, l’estensione della fognatura protegge la riserva d’acqua profonda. Voglio ricordare che oltre alle istituzioni e alle aziende. anche i cittadini possono fare la loro parte per contribuire ad invertire la rotta dei cambiamenti climatici”.

“Evitare gli sprechi – aggiungono l’assessore Francesco Raspini -, investire più risorse possibili nell’estensione della rete fognaria, assicurare sicurezza e tutela della risorsa idrica, dare strumenti ai cittadini per partecipare alla gestione eco-sostenibile di un territorio sono azioni da favorire e valorizzare per il futuro della città, Il Comune di Lucca è in prima linea su questi obiettivi e ogni sforzo è essenziale per fare della città un esempio di sostenibilità ambientale. Perché la sfida contro il cambiamento climatico è la sfida più importante che tutti dobbiamo vincere e dalla quale dipende il nostro futuro. Anche a livello locale, nel nostro piccolo, possiamo fare quanto in nostro potere ”.

D’accordo anche l’assessora con delega all’ambiente Valentina Rose Simi: “Soprattutto, serve la divulgazione delle buone pratiche, molto spesso le persone si chiedono di come ridurre la propria impronta carbonica, oggi ne abbiamo dato alcuni esempi concreti. La nostra acqua curata da Geal è buona, potabile e controllata questo permette una grande riduzione dello spreco dei rifiuti. Le mia parole sono di ringraziamento verso la nostra società partecipata e invito tutti i cittadini di replicare le buone pratiche messe in campo e a divulgarle”.

La settima Fonte del Futuro

È operativa da oggi la Fonte del Futuro presso piazza della Vittoria a Santa Maria del Giudice. Dopo quelle della stazione, di San Filippo, Pontetetto, Ponte a Moriano, Santa Maria a Colle e San Pietro a Vico arriva la settima installazione. Altre due, a Sant’Alessio e Sant’Anna, saranno inaugurate nel 2022. Nel corso della conferenza stampa di presentazione delle azioni per la sostenibilità, Geal ha illustrato i dati relativi al primo anno di esercizio delle prime cinque fonti del futuro: hanno registrato una media di erogazione al giorno di 1634 litri per un totale di 8 milioni di litri. L’utilizzo delle Fonti del Futuro contribuisce a salvaguardare l’ambiente in modo concreto e significativo: è stimato un risparmio di 5 milioni di bottiglie di plastica con una riduzione dei costi per lo smaltimento dei rifiuti pari a 654040 euro.

Inoltre i cittadini lucchesi hanno risparmiato circa 1,8 milioni di euro rispetto al costo sostenuto per l’acquisto delle acque minerali confezionate, ma soprattutto hanno evitato di introdurre nell’atmosfera ben 785 tonnellate di anidride carbonica derivante dalla produzione e trasporto delle bottiglie di plastica, risparmiando anche 49 milioni di litri di acqua per la mancata produzione delle bottiglie stesse. Sulle Fonti del Futuro è presente il Qrcode per scaricare l’applicazione realizzata da Acea SpA, Waidy Wow. L’applicazione consente di scoprire i percorsi dell’acqua, permettendo la valorizzazione della risorsa idrica e dei territori attraverso i punti idrici accessibili a tutti, promuovendo un consumo responsabile in un’ottica plastic free. Attraverso l’applicazione è possibile creare percorsi a piedi o in bici e condividerli con la community, rappresentando anche un nuovo canale di comunicazione tra gestore e utente.

Mobilità elettrica e vicinanza col territorio

Geal ha presentato l’avvio di un programma di rinnovo della flotta di automezzi: sono stati introdotti nel parco auto due veicoli Citroen Ami ad alimentazione elettrica destinate ai letturisti che operano principalmente in centro città per muoversi tra le strette vie in modo silenzioso e pulito. Il servizio di lettura dei contatori è stato internalizzato dall’estate da Geal con una squadra specializzata per favorire un migliore rapporto con l’utenza. A questi due veicoli, si aggiungono quattro Dacia Spring ad alimentazione elettrica in sostituzione di altrettante Fiat Panda a benzina. Per consentire la ricarica dei veicoli elettrici, nella sede dell’azienda e con il supporto di Acea Innovation sono state installate due colonnine elettriche Acea Energia, attivabili con scheda elettronica dedicata. il rinnovo del parco continuerà nel 2022 con la sostituzione di altre 12 auto e altrettanti furgoni alimentati a diesel o benzina con mezzi elettrici.

L’operazione comporterà un risparmio di circa 28 tonnellate di anidride carbonica locale in un anno, con una riduzione del 74 per cento dei costi gestionali dei veicoli. Oltre a tutti quei veicoli dove a oggi esiste una valida alternativa elettrica sul mercato, ci sono una serie di mezzi come gli autospurghi, i camion e i veicoli 4×4 dove ancora di sa fatica a trovare un’opzione valida che giustifichi dal punto di vista tecnico un cospicuo investimento economico, ma Geal si è impegnata comunque a sostituire tali mezzi appena le condizioni saranno disponibili. L’azienda ricorda che anche i cittadini possono contribuire alla sua sostenibilità, attivando il servizio gratuito di bolletta web. Nel 2021 hanno aderito 4666 utenti e manca poco per arrivare all’obiettivo di 5mila con il quale Geal destinerà la cifra rispariata per i costi di stampa e spedizione ad una donazione per l’ospedale San Luca. La bolletta web è attivabile dal sito di Geal, dallo sportello on line, dalla aop o richiedendola via email.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.