Quantcast

Saldi 2022: gli italiani scelgono l’e-commerce per gli acquisti

Più informazioni su

Il 2 gennaio è iniziata ufficialmente la stagione invernale dei saldi, che quest’anno favorirà soprattutto gli e-commerce. Nel contesto attuale, infatti, i negozi fisici saranno destinati a subire un ulteriore calo delle vendite, per via della necessità di evitare code e assembramenti. Vediamo quindi di verificare le previsioni per i saldi 2022 e altre informazioni utili.

Saldi 2022: ecco quanto spendono gli italiani

Le previsioni di Confcommercio bastano per dare uno spaccato di quel che sarà la stagione dei saldi invernali del 2022. Stando alle stime, infatti, si calcola che la corsa al risparmio coinvolgerà circa 15 milioni di famiglie, mentre il giro d’affari finale si attesterà intorno ai 4,2 miliardi di euro di spesa.

La stagione dei saldi è già iniziata in tutte le regioni italiane, ed è già possibile tracciare alcuni risultati. Nello specifico, il budget medio per gli acquisti nel periodo di saldi è stato fissato intorno ai 150 euro a persona, mentre il 40% circa degli italiani ha affrontato i saldi sapendo già cosa acquistare, dunque partendo da alcune certezze.

Ovviamente resta il timore da parte degli italiani di sottoporsi al rischio di contagio, soprattutto data la quarta ondata e l’aumento dei casi dovuto alla variante omicron. Per far fronte al problema, sarà necessario adottare le misure di sicurezza indicate da Confcommercio e Federazione Italiana Moda per gli acquisti all’interno dei punti vendita, anche se molte famiglie opteranno comunque per lo shopping tramite e-commerce.

Gli italiani scelgono gli e-commerce, anche per risparmiare

Non solo paura del contagio, ma anche voglia di risparmio. La pandemia ha infatti contratto il potere di spesa delle famiglie, costrette dunque a limitare la voglia di fare acquisti. In altre parole, oggi il risparmio ha assunto un significato più profondo, e gli e-commerce rappresentano la soluzione perfetta anche da questo punto di vista. Dal primo lockdown le famiglie hanno imparato a conoscere tutti i vantaggi dello shopping telematico, non a caso, nel 2021 il comparto dei negozi online ha registrato incrementi record, con un aumento del 78% del valore rispetto agli anni precedenti. Si tratta di un dato significativo, considerando che la Penisola ha battuto le medie europee di utilizzo degli shop online.

Tra i prodotti più acquistati online si evidenziano i beni legati alla tecnologia e al mondo informatico (79%), i capi di abbigliamento (64.4%), i prodotti beauty (46.9%), i videogiochi e i giocattoli (45%) e i prodotti legati al mondo dello sport (38.8%). Non fanno eccezione gli acquisti alimentari, un’altra tendenza iniziata durante la prima fase della pandemia che continua a riscuotere successo in tutta la Penisola, favorita dalla presenza di diversi supermercati che offrono un servizio di spesa a domicilio molto esteso e variegato, estremamente utile nel contesto attuale per i motivi legati all’igiene e alla sicurezza. Il business della spesa online, ad oggi, ammonta ad un giro d’affari che vale circa 2.5 miliardi di euro, ma rappresenta una tendenza che continuerà a crescere nel corso del 2022.

Ovviamente, l’utilizzo del mobile ha favorito l’aumento degli acquisti sui canali digitali, superando in percentuale i numeri delle transazioni effettuate da PC. Gli italiani restano comunque un popolo di consumatori molto attenti: sebbene sia aumentato a dismisura il traffico in direzione degli e-commerce, il tasso di conversione resta uno dei più bassi a livello globale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.