Quantcast

Primo maggio, le priorità della Cisl Toscana Nord: “Opportunità preziosa dai fondi del Pnrr”

Il segretario generale Bani: "Fondamentale il capitolo del sostegno alle imprese energivore"

Oggi più che mai, in occasione del Primo maggio, ma anche ogni giorno la parola di Cisl Toscana Nord resta quella del lavoro. “In questo primo maggio particolare, che ci vede reduci da due anni di pandemia – commenta Massimo Bani, segretario generale Cisl Toscana Nord – l’elemento chiave di ripartenza è la concertazione tra imprese, sindacati e istituzioni, anche e soprattutto nell’ottica della più proficua distribuzione delle risorse del Pnrr che è un’opportunità preziosa di fare e creare occupazione. Occorre inoltre puntare alla sicurezza del lavoro – una sicurezza su cui non si può e non si deve “badare a spese”, deve avere un costo certo e riconosciuto – mentre quasi non passa giorno in cui non vi siano infortuni anche gravi e morti”.

È necessario sbloccare le stabilizzazione e assunzioni, nella scuola così come nel pubblico impiego e applicare i contratti senza tentativi di evasioni e elusione per avvicinare i giovani al lavoro senza l’ombra dello sfruttamento. Fondamentale il capitolo del sostegno alle imprese energivore, oggi in grande difficoltà con i rincari, e anche quello del rafforzamento degli organici in sanità per dare più servizi e snellire le liste di attesa: la pandemia ci deve aver insegnato”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.