Quantcast

Lapideo, rinnovato il contratto: scattano gli aumenti in busta foto

Via libera anche per le imprese del settore del legno

La Cna, insieme alle altre organizzazioni datoriali, ha sottoscritto con i sindacati l’accordo per il rinnovo del contratto nazionale dell’area legno e lapidei scaduto il 31 dicembre 2018.

Il contratto si applica a oltre 600 imprese artigiane e piccole e medie imprese e oltre 1.800 lavoratori dei settori del legno, arredamento/mobili e lapidei, escavazione e marmo della provincia di Lucca.

L’accordo prevede un incremento a regime per il settore del legno (imprese artigiane a livello D) pari a 75 euro lordi sui minimi tabellari (45 euro dal primo maggio e 30 euro dal primo settembre).

Per il settore del legno/pmi (a livello D) sono previsti 76 euro lordi sui minimi tabellari così divisi: 50 euro a maggio e 26 euro a settembre prossimo.

Per il settore dei lapidei/imprese artigiane l’incremento mensile a regime calcolato sul livello quinto è pari a 79 euro lordi (45 euro a maggio e 34 euro a settembre).

Per il settore dei lapidei/pmi l’incremento mensile a regime (calcolato sul quinto livello) è pari a 80 euro lordi distribuiti con le seguenti decorrenze: 50 euro a maggio e 30 euro a settembre prossimo.

Ad integrale copertura del periodo di carenza contrattuale è stato riconosciuto un importo una tantum di 150 euro da erogare in due tranche. La prima di 75 euro con la retribuzione del mese di luglio, la seconda di 75 euro con la retribuzione del mese di ottobre 2022.  Il Ccnl scade il 31 dicembre prossimo.

“L’intesa raggiunta rappresenta un importante risultato per tutte le Imprese rientranti nel campo di applicazione del Ccnl – hanno commentato Roberto Bigi e Daniele Cardini, rispettivamente presidente provinciale Cna legno-arredo e presidente provinciale Cna lapidei – in quanto conclude un complesso percorso negoziale caratterizzato dalla pandemia e fissa le basi per una solida ripartenza del nostro tessuto produttivo”.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.