Quantcast

Prostata: i 5 alleati del suo benessere

Più informazioni su

La prostata (o ghiandola prostatica) è una ghiandola che fa parte dell’apparato urogenitale dell’uomo. La sua funzione principale è quella di produrre ed emettere il liquido prostatico, uno dei componenti dello sperma. Questa ghiandola ha normalmente un diametro medio di 4 cm e un peso di 10-20 g.

La prostata è generalmente delle dimensioni di una noce, ma con l’età la sua grandezza può variare, superando di gran lunga la sua misura standard. Questo fenomeno può rappresentare un sintomo dell’ipertrofia prostatica benigna (IPB), o adenoma prostatico.

Aumentando di volume, la ghiandola comprime l’uretra, un organo a forma di tubo che serve a trasportare l’urina dalla vescica fino all’esterno del corpo, rendendo difficoltosa la minzione e provocando altri sintomi quali la nicturia e la sensazione di incompleto svuotamento della vescica.

Le sostanze naturali che favoriscono la salute della prostata

Secondo diversi studi, alcune sostanze naturali possono contribuire a ridurre l’infiammazione e il gonfiore, un fattore centrale nei disturbi alla prostata, migliorando potenzialmente il flusso urinario e facilitando la minzione.

  • Serenoa Repens: questa pianta americana volgarmente detta palma nana è potenzialmente in grado di esercitare un’azione antinfiammatoria, inibendo la sintesi di prostaglandine infiammatorie e leucotrieni.
  • Boswellia: dal tronco e dai rametti di questa pianta si estrae una gommoresina ricca di polisaccaridi e acidi boswellici che possono svolgere un’azione antinfiammatoria, analgesica ed antiedemigena.
  • Quercetina: diversi studi associano a questo flavonoide ubiquitario un’azione antiossidante e antinfiammatoria.
  • Rutina: nota anche come rutoside, la rutina è un glicoside flavonoico presente in molte fonti vegetali – questa sostanza e i suoi derivati glicosidici possono svolgere un’azione di rafforzamento nei confronti della parete dei capillari.
  • Licopene: contenuta nel pomodoro (Solanum lycopersicum), questa sostanza lipofila è un carotenoide, ovvero un antiossidante in grado di svolgere la funzione di “scavenger” (termine inglese che si traduce con “spazzino”) nei confronti dei radicali liberi.

Gli integratori per chi soffre di disturbi della prostata

Attualmente molti integratori alimentari in commercio si rivolgono ai pazienti in cui i sintomi dei disturbi prostatici non richiedano trattamenti farmacologici specifici.

Alcune aziende sono maggiormente specializzate nella proposta di soluzioni pensate per chi soffre di disturbi della prostata, con intere linee di prodotti dedicate al benessere di questa ghiandola: tra questi si distingue Leonardo Medica, che con la sua Linea Urologia propone un’intera gamma di integratori formulati per contribuire al benessere dell’apparato urogenitale.

Nonostante gli integratori non debbano essere considerati una terapia sostitutiva dei farmaci prescritti dal medico, la loro corretta assunzione può essere utile a favorire la funzionalità della prostata: la loro azione sarà variabile da paziente a paziente e dipenderà dalla condizione della ghiandola.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.