Consorzio di bonifica, firmato l’accordo economico sul contratto integrativo aziendale

Il presidente Ridolfi: "Il nostro principale obiettivo è il costante miglioramento dei servizi che forniamo all'utenza"

Il Consorzio 1 Toscana nord e le Rsu aziendali hanno firmato l’accordo economico 2022 relativo al contratto integrativo aziendale. Nel documento sono indicati gli obiettivi che dovranno essere raggiunti entro la fine dell’anno per far scattare gli eventuali premi di risultato. Trentanove target tesi a migliorare i servizi forniti all’utenza e legati ad aumenti di produttività, qualità, redditività, innovazione, efficienza e trasparenza.
“Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto – dichiara Ismaele Ridolfi, presidente del Consorzio – Nell’accordo abbiamo fissato obiettivi ambiziosi che si vanno ad aggiungere all’attività ordinaria e che coinvolgono tutti i 121 dipendenti dell’ente. Si tratta – prosegue Ridolfi – di un piano articolato che prevede interventi su ambiente, sicurezza sui luoghi di lavoro, rapporti con l’utenza, gestione aziendale. Ogni mese monitoreremo il grado di avanzamento di ogni singolo target anche grazie a un nucleo di valutazione esterno, un lavoro importante che ci restituirà un quadro sempre aggiornato della situazione. L’obiettivo principale – conclude il presidente – è il costante miglioramento dei servizi che forniamo all’utenza, sia in termini qualitativi che quantitativi”.
Molti gli obiettivi che riguardano le attività previste dal Piano triennale per l’ambiente e le energie rinnovabili, approvato in seguito alla dichiarazione di emergenza climatica. Tra le azioni più significative la piantumazione di mille nuovi alberi, gli interventi di efficientamento energetico nelle sedi di Capannori e Viareggio, l’attivazione di almeno un nuovo impianto fotovoltaico (copertura idrovora), il progetto di rinaturalizzazione dei canali Fossetto e Fossaccio a Massarosa, l’adozione del bilancio ambientale.
Nel piano anche numerosi target che riguardano la gestione aziendale, la sicurezza sui luoghi di lavoro e i rapporti con l’utenza. Tra questi la riduzione dei tempi di realizzazione degli interventi segnalati dagli utenti, l’attuazione delle proposte di efficientamento e di risparmio avanzate da lavoratori e dirigenti, l’aumento della sicurezza idraulica attraverso interventi di manutenzione ordinaria che siano maggiormente rispettosi del contesto ambientale e degli habitat naturali, la riduzione dei tempi fissati dalla Regione Toscana per l’esecuzione delle manutenzioni straordinarie, l’impegno a favorire una gestione associata del catasto con i consorzi Toscana 4 e Toscana 5 finalizzata alla riduzione dei costi.
Altri obiettivi riguardano la redazione del programma degli scenari emergenziali e la conseguente simulazione di prove nei luoghi di lavoro, negli impianti e nei corsi d’acqua, l’attuazione del piano di miglioramento continuo in materia di sicurezza sul lavoro, la realizzazione di un’applicazione per smartphone per registrare i sopralluoghi dei tecnici del Consorzio, il costante coordinamento con gli Urp dei comuni per la gestione delle segnalazioni, la manutenzione e la valorizzazione del Museo della Bonifica di Viareggio.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.