Henraux, Fillea Cgil: “Il sindaco si attivi per trovare un accordo”

Il sindacato: "I lavoratori sono stanchi, svolgono un'attività lavorativa rischiosa che richiede attenzione e tranquillità, ma da troppo tempo ormai fanno fatica a mantenerla"

Contenzioso relativo agli usi civici tra Comune di Seravezza e azienda Henraux Spa, interviene Fillea Cgil.

“Da anni seguiamo la vicenda e non abbiamo mai smesso di portare in prima linea gli interessi dei lavoratori – spiegano dal sindacato -. Nell’azienda Henraux Spa lavorano circa 140 dipendenti e insieme a un indotto tra terziari di settore e lavoratori di servizi (es. mensa) rappresentano un fattore occupazionale di rilievo per tutto il territorio. Non è certamente nostra intenzione o nostro compito entrare nel merito di quale debba essere l’eventuale contenuto dell’accordo (fatto salvo che vengano mantenute alcune condizioni definite in passato come la percentuale di lavorazione) fra azienda e Comune o di chi debba essere il rappresentante degli interessi dei frazionisti, il nostro dovere è quello di portare la voce dei lavoratori ed è un dato di fatto oggettivo che senza un accordo tra azienda e comune l’attività dell’azienda potrebbe essere seriamente a rischio”.

“I lavoratori sono stanchi, svolgono un’attività lavorativa rischiosa che richiede attenzione e tranquillità, ma da troppo tempo ormai fanno fatica a mantenerla – proseguono -. Sono lavoratori che vivono di salario e senza quello si ritroverebbero ad affrontare momenti terribili. Si
troverebbero loro a pagare il conto salato di tutta questa questione, loro che non hanno colpe. Invitiamo per tanto tutte le parti coinvolte in questa faccenda a tenere conto della situazione di questi lavoratori e invitiamo il sindaco ad attivarsi il prima possibile affinché un accordo possa essere raggiunto al fine scongiurare scenari più drammatici”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.