La sala stampa del consiglio regionale intitolata a Oriana Fallaci

A nove anni dalla scomparsa della grande scrittrice e giornalista fiorentina, prima donna italiana ad andare al fronte come inviata speciale, il Consiglio regionale ricorda Oriana Fallaci con una cerimonia e le intitola la sala stampa dei giornalisti in palazzo Panciatichi (primo piano accanto alla Sala Montanelli, tradizionalmente usata per le conferenze stampa).

Il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani presenterà lunedì (14 settembre) le iniziative a lei dedicate a cominciare dalla cerimonia fissata nel giorno della scomparsa, il 15 settembre, nella Sala del Gonfalone. In quell’occasione sarà presentato il nuovo spazio con postazioni per i giornalisti, realizzato anche grazie alle sollecitazioni dell’Associazione Stampa Toscana. Sarà presente Sandro Bennucci, presidente Ast. Nel corso della cerimonia sarà inoltre presentato il nuovo progetto culturale Don’t Cry, a cura della Fondazione Pubbliche Assistenze, del comitato consorziale delle Chiese Evangeliche e nuovi eventi musicali. Il primo evento del progetto si terrà proprio martedì (15 settembre) al cimitero evangelico degli Allori di Firenze che diventerà per la prima volta luogo di messa in scena per una nuova produzione di musica e danza in ricordo di Oriana Fallaci. L’evento è in collaborazione con Regione Toscana, Comune di Firenze, Kaos Balletto di Toscana e patrocinato dalla presidenza del Consiglio. Saranno presenti Francesca Paoletti, presidente Comitato Consorziale delle Chiese Evangeliche, Mario Pacinotti, presidente Fondazione Pubbliche Assistenze e Mario Setti, presidente Nuovi Eventi Musicali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.