Variazione di bilancio, ok anche dalla commissione territorio

Parere positivo a maggioranza alla seconda variazione di bilancio 2016 della Regione, in commissione congiunta territorio e ambiente, presieduta da Stefano Baccelli (Pd) e sviluppo economico, presieduta da Gianni Anselmi (Pd). Sul fronte della spesa, tra gli interventi segnalati, si evidenziano quelli sul porto di Marina di Carrara, i contributi all’Istituto degl’Innocenti, i finanziamenti al Comune di Abetone, la manutenzione del mercato dei fiori di Pescia, l’informatizzazione degli atti processuali, gli interventi contro la violenza di genere e il concorso finanziario per l’edilizia residenziale pubblica.

Per la riqualificazione del sistema viario e di accesso al porto di Marina di Carrara, la Regione Toscana concorre finanziariamente, attraverso l’erogazione di contributi straordinari all’Autorità portuale di Marina di Carrara, per un importo massimo di un milione di euro per ciascuno degli anni dal 2018 al 2037.
Contributi per 200mila euro nel 2016 ai Comuni di Cortona e San Giovanni d’Asso per la realizzazione di due studi di fattibilità il primo sul progetto di paesaggio delle Leopoldine in Val di Chiana, il secondo sul progetto di paesaggio Ferro-Ciclovie della Val d’Orcia.
A sostegno dei lavori di ristrutturazione dell’immobile, di proprietà dell’Istituto degli Innocenti, destinato a sede del Centro per l’assistenza all’infanzia Unicef – Innocenti Research Centre (Irc), si autorizza un contributo straordinario di 450mila euro per il 2016.
Per la riqualificazione e il rilancio dell’offerta turistico-sportiva nel Comune di Abetone, si prevedono 1 milione e 850mila nell’anno in corso e 1 milione e 150mila per il finanziamento completo del bando per il sostegno finanziario alle pmi del ‘sistema neve’. Un milione per ciascuna delle tre annualità (2016-2018), invece, vanno al Comune di Pescia per la manutenzione del Mercato dei fiori Comicent.
È necessario un contributo straordinario di 200mila euro per la nomina di un commissario per la gestione provvisoria del consorzio Z.I.A. (zona industriale apuana).
Stanziamento di 350mila euro per gli anni 2016 e 2017, per la digitalizzazione degli atti processuali in modo da assicurarne l’accessibilità e la fruibilità da parte della Regione Toscana. Si evidenzia poi la necessità di completare i progetti di lavoro in materia di edilizia residenziale pubblica. Per ciò la Regione Toscana concorre finanziariamente alla loro realizzazione, mediante il concorso al pagamento degli oneri derivanti da uno o più mutui da contrarre da Casa Spa a titolo di mandataria dei gestori Erp della Toscana. La Regione Toscana prevede l’erogazione a favore di Casa SpA, di un contributo massimo pari a euro 547mila e 470 nel 2017 e di 2milioni e 230mila 866 nel 2018.
La giunta, per mettere in atto, una efficace strategia di prevenzione, sensibilizzazione, contrasto alla violenza di genere e di sostegno alle vittime stanzia 200mila e 400 mila euro per gli anni 2016 e 2017.
In commissione è stato approvato anche un emendamento presentato dai consiglieri Pd Andrea Pieroni e Alessandra Nardini per consentire alla Regione, compatibilmente con il proprio bilancio e per i soli interventi che si siano verificati entro il 2015, di contribuire alle spese sostenute dai Comuni per tutelare l’incolumità pubblica, qualora per particolari condizioni non si sia potuto agire nell’ambito della dichiarazione di stato di emergenza locale. In particolar modo, si fa riferimento a eventi che abbiano segnato il territorio e costretto ad interventi nel settore idraulico e idrogeologico.
Dalla proposta di legge è stata stralciata la normativa che riguarda le spese di rappresentanza del presidente e della giunta regionale (dall’articolo 13 al 16) e quella inerente all’Autorità portuale toscana (dall’articolo 30 al 36). Resta invece nell’atto la parte riguardante il commissariamento del consorzio Zona industriale apuana, “il consorzio Zia – ha spiegato l’assessore al Bilancio Vittorio Bugli – è l’unico che ha un finanziamento nel 2016 e per renderlo effettivo occorrerebbe approvarlo”. L’assessore ha presentato una bozza di emendamenti che su indicazione dei presidenti Baccelli e Anselmi non sono stati sottoposti a votazione e che saranno discussi in aula.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.