Marcheschi (FdI) “Serve un garante dei diritti dei disabili per la Toscana”

Con una mozione presentata al consiglio regionale Paolo Marcheschi, consigliere di Fratelli d’Italia si propone l’isitituzione di un garante dei diritti dei disabili su tutto il territorio regionale.

“In alcuni comuni amministrati dal centro destra – commenta – come ad esempio in quello di Massa, è già stata istituita la figura del garante dei diritti delle persone con disabilità. Propongo di istituirla a livello regionale anche alla luce di quello che accade a Firenze con le buche nelle strade e le barriere architettoniche, che mettono a rischio vita e autonomia delle persone portatrici di handicap”. Marcheschi fa esplicito riferimento al tragico fatto accaduto nel capoluogo toscano, in cui un ragazzo disabile ha perso la vita a seguito di una caduta a causa buca sulla strada.

“L’articolo 3 della Costituzione – prosegue – recita che tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge ed è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della persona umana. Senza dimenticare la legge regionale del 2017 sui diritti e le politiche per le persone con disabili. La figura del garante rappresenta uno scatto di civiltà verso il riconoscimento di pari dignità e opportunità per le persone disabili. Da sempre noi di Fratelli d’Italia siamo sensibili all’ argomento tanto da aver fatto approvare in Consiglio regionale il pass per disabili valido per tutte le Ztl delle città toscane”.

“L’introduzione di un garante dei diritti dei disabili si vede necessario – prosegue –  perché spesso gli interventi normativi in loro favore presentano notevoli problemi applicativi, che nascono anche in maniera involontaria, tra la persona disabile e la fruizione del diritto o servizio previsto in normativa. Pertanto si cerca di ottenere una maggiore tutela delle persone portatrici di disabilità, con l’obbligo di rimuovere gli ostacoli, anche di carattere sociale e culturale, che impediscono il riconoscimento di pari dignità e opportunità per le persone disabili, con lo scopo di favorire le politiche di integrazione sociale e il miglioramento dell’autonomia personale”.

“Ma quali sono le funzioni che dovrà ricoprire il garante dei diritti delle persone con disabilità? – spiega – Promuovere la totale accessibilità ai servizi, accogliere segnalazioni in merito alle violazioni dei diritti dei disabili, in modo da stimolare l’intervento delle amministrazioni cittadine per rimuovere eventuali barriere architettoniche che impediscono la tutela ed il rispetto dei loro diritti. Segnalare interventi sostitutivi in caso di inadempienza o gravi ritardi nell’azione dei comuni, facilitare il sostegno tecnico e legale agli operatori dei servizi sociali, promuovere la consapevolezza e la conoscenza della normativa in materia di diritti di disabili ed i suoi strumenti di tutela”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.