Coronavirus, Ciuoffo: “Il governo consenta i lavori per la riapertura degli stabilimenti balneari”

L'assessore: "L'ordinanza emanata per l'Emilia Romagna sia estesa a tutta Italia"

La Toscana, in piena sintonia con le altre regioni, chiede al ministro della sanità di emanare una nuova ordinanza per estendere a tutte le coste italiane la possibilità di accesso agli stabilimenti balneari per manutenzione e opere propedeutiche alla riapertura. È questo l’appello rivolto al governo e in particolar modo al ministro Speranza, dall’assessore alle attività produttive e turismo, Stefano Ciuoffo, dopo la riunione in video conferenza che si è tenuta ieri pomeriggio (8 aprile) con tutti gli assessori regionali al turismo e alla quale ha partecipato anche il sottosegretario di stato al ministero dei beni culturali e turismo, Lorenza Bonaccorsi.

L’assessore Ciuoffo poi sottolinea: “Abbiamo fatto presente al sottosegretario Bonaccorsi, chiedendole di recapitare la richiesta al ministro Franceschini e al ministro Speranza, che l’ordinanza emanata dal ministero della sanità, che concede alla sola costa romagnola tale possibilità, è assolutamente necessaria anche per tutte le altre regioni. Gli stabilimenti balneari, nell’auspicio che possano riaprire il prima possibile, hanno bisogno di lavori preparatori e di manutenzione straordinaria all’inizio di ogni stagione. Per permettere loro di poter essere pienamente operativi, quando sarà data loro la possibilità di aprire al pubblico, occorre quindi far sfruttare questo periodo per eseguire questi lavori. Visto il precedente con l’Emilia Romagna e la ragionevolezza della richiesta, ci auguriamo che questo provvedimento possa essere esteso il prima possibile anche a tutte le altre regioni italiane con affaccio sul mare o con laghi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.