Addette alle pulizie nelle scuole senza lavoro, la Lega scrive al ministro

La consigliera regionale Montemagni: "In 300 con il fiato sospeso, problema da risolvere"

Addetti alle pulizie nelle scuole a rischio, interviene la consigliera della Lega, Elisa Montemagni.

“Da alcuni mesi – dice – circa 300 addette alla pulizia delle scuole toscane sono con il fiato sospeso, visto che il loro futuro lavorativo appare, purtroppo, alquanto nebuloso. Un buon numero di lavoratrici del settore sono state già assunte con la qualifica di collaboratrici scolastiche ma 264 risultano, viceversa, disoccupate“.

“In un periodo drammaticamente difficile – prosegue – visto il Covid-19 l’indeterminatezza che stanno vivendo queste donne è davvero inaccettabile e quindi abbiamo deciso di muoverci direttamente col Miur. In particolare io stessa ho redatto una lettera da inviare al ministro competente per sollecitarlo a risolvere questa delicata criticità ed in contemporanea i nostri parlamentari toscani, hanno preparato una specifica interrogazione sul tema”.

“È doveroso che, dopo tutto questo tempo – conclude Elisa Montemagni – queste lavoratrici e le loro famiglie abbiano risposte certe e principalmente positive da chi ha la possibilità d’impiegarle in un ambito, tra l’altro, che considerata la necessità di una maggiore e costante pulizia e sanificazione delle aule scolastiche, dovrebbe prevedere un’implementazione di personale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.