Montemagni (Lega): “Valorizzare di più il lago di Massaciuccoli”

La consigliera regionale scrive una lettera all'assessore all'ambiente

“Riteniamo che sia importante valorizzare e rendere maggiormente utilizzabile il lago di Massaciuccoli, specialmente per le norme che ne regolano la navigazione”. A dirlo è afferma Elisa Montemagni, capogruppo in Consiglio regionale della Lega.

“A tal proposito – prosegue il consigliere – abbiamo redatto una lettera, inviata all’assessore regionale all’Ambiente, Federica Fratoni, in cui facciamo specifiche considerazioni inerenti allo spazio lacustre. Dal 2008 è stata inibita la navigazione a motore, con rare eccezioni, come quelle, più che comprensibili, legate alla pubblica sicurezza ed al pronto intervento, mentre meno condivisibile è il fatto che possano liberamente attraversare il lago delle imbarcazioni con motori di una certa potenza, mentre l’uso di piccoli barchini, utilizzati da chi vuole raggiungere le proprie bilance o appostamenti, è tassativamente vietato”.

“L‘obbligo di utilizzare una motorizzazione di tipo elettrico – sottolinea la rappresentante del Carroccio – ha finito per essere fortemente penalizzante e lo stesso lago, vista la scarsa ferquentazione, ne ha subito le conseguenze, considerata la presenza di varie zone degradate. Le stesse bilance – insiste Montemagni – appaiono in stato di abbandono e tutto ciò favorisce, purtroppo, il deperimento dello stato complessivo dell’area. Pensiamo, quindi che autorizzare l’uso di motori alternativi e sostenibili e permettere ai privati di poter recuperare e rimettere in sesto le bilance, significherebbe ridare nuova linfa al bacino, rendendolo maggiormente fruibile, controllato e manutentuto da singole persone ed associazioni che hanno tutto l’interesse a preservarlo; si aiuterebbe, altresì, l’Ente Parco nella supervisione dell’area e si agevolerebbero gli spostamenti all’interno di una zona naturale che, pure dal punto di vista turistico, non è stata ancora del tutto sfruttata. Insomma il lago di Massaciuccoli ha enormi potenzialità ambientali ancora non valorizzate e conosciute che potrebbero favorire pure il crearsi di nuovi posti di lavoro; mi auguro, quindi, che l’assessore sappia cogliere il senso della nostra missiva, comprendendo pienamente l’importanza della problematica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.