Coronavirus, Crédit Agricole Italia e Fondazione CR di San Miniato donano 300 tablet alle Misericordie della Toscana

Saranno utlizzati per facilitare le relazioni sociali di pazienti e ospiti di Rsa e Rsd con familiari e amici

Crédit agricole Italia e Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato di nuovo insieme per fronteggiare l’emergenza Coronavirus e fornire un aiuto concreto alle associazioni presenti sul territorio. È con questo spirito che sono stati donati alla federazione regionale delle Misericordie della Toscana 300 tablet che saranno utilizzati, con il supporto degli operatori e dei volontari, per facilitare le relazioni sociali di pazienti e ospiti di Rsa e Rsd con familiari e amici, creando un momento di scambio fondamentale in un periodo così delicato per il sistema sanitario italiano.

La federazione regionale delle Misericordie della Toscana è l’organismo regionale rappresentativo delle Misericordie della Toscana che fanno parte della confederazione nazionale delle Misericordie d’Italia. Le Misericordie della Toscana sono presenti in Regione con oltre 300 associazioni e 100 sezioni, organizzate territorialmente in 12 coordinamenti.

La cospicua donazione è stata resa possibile anche grazie a Computer gross, appartenente al gruppo Sesa, che ha venduto i tablet a ‘prezzo di costo’ a Crédit Agricole Italia e fondazione Carismi. “Questa donazione rappresenta una sintesi efficace del nostro modo di stare sul territorio. Le Misericordie sono una risorsa fondamentale e un’eccellenza per tutta la Toscana – ha dichiarato il responsabile della direzione regionale Toscana di Crédit Agricole Italia, Massimo Cerbai -. Contribuire insieme alla fondazione nostra azionista a un’attività fondamentale come la socialità per gli ospiti delle Rsa, così duramente colpiti da questa pandemia, rappresenta per noi motivo di orgoglio e di tangibile attenzione nei confronti dei bisogni di queste persone”.

Come Misericordie siamo da sempre a fianco di chi è più fragile e più bisognoso, come possono essere, oggi in modo particolare, gli ospiti di Rsa e Rsd – dice il presidente della federazione regionale delle Misericordie della Toscana. Grazie alla sensibilità dimostrata da Crédit Agricole e fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato, potremo aiutare queste persone a colmare la distanza fisica dai loro cari e a non sentirsi sole, sfruttando le innovazioni tecnologiche e mettendole a servizio della nostra gente e del nostro territorio”, aggiunge Alberto Corsinovi, presidente della Federazione regionale delle Misericordie della Toscana.

Con la Banca Crédit Agricole abbiamo mosso l’ennesimo passo nel cammino comune diretto verso l’individuazione delle criticità sul territorio. Un avanzare fianco a fianco per intraprendere le azioni più urgenti da attuare nella totale consapevolezza di fare del bene alla collettività e nella certezza di salvaguardare il sociale nella sua accezione più reale. Le Misericordie della Toscana rappresentano un tassello fondamentale, grazie al loro impegno e alla pratica dei valori che le contraddistinguono, nel mosaico delle vicinanze alle realtà più bisognose – dichiara il presidente della fondazione Carismi, Antonio Guicciardini Salini -. Ecco che in un momento di divisioni forzate diviene vitale cercare un legittimo modo di ‘stare insieme’“.

“Un compito condiviso tra gli attori della società coinvolti – continua –  le Istituzioni che hanno i mezzi, le associazioni che hanno le conoscenze e i cittadini che manifestano i bisogni. Grazie a questi tablet permetteremo alle famiglie dei degenti di potersi vedere, parlare, ma soprattutto di congiungersi nuovamente. Potersi immaginare già da adesso le emozioni che ne scaturiranno sarà la più bella ricompensa che Banca e Fondazione si potranno auspicare.”

Questa donazione si aggiunge all’intervento congiunto di Crédit agricole Italia e fondazione Carismi, che ha permesso nel marzo scorso di acquistare 5 macchine per la ventilazione assistita destinate all’ospedale San Pietro Igneo di Fucecchio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.