Petizioni disabili, scatta protesta Luccasenzabarriere

Diritti dei disabili, scatta la protesta. Ad annunciarlaa è il presidente di Luccasenzabarriere onlus, Domenico Passalacqua.
“Il silenzio dell’amministrazione comunale è inaccettabile, non può ignorare così due petizioni che sono state sottoscritte da oltre 500 cittadini”. È duro il commento del presidente nei confronti del Comune di Lucca. “Da venerdì 3 maggio – ha annunciato – inizierò una protesta pacifica a oltranza di fronte a Palazzo Orsetti fino a che non avrò una risposta formale dall’ente locale”.

“Sono passati oltre 90 giorni dalla consegna delle firme agli uffici comunali e a oggi non abbiamo avuto nessuna risposta ufficiale, nonostante i nostri ripetuti solleciti via pec”, ha spiegato il presidente di Luccasenzabarriere onlus dopo che egli ultimi mesi del 2018 l’associazione aveva raccolto oltre 500 firme per due petizioni. La prima chiedeva di introdurre nel Comune di Lucca gli stalli rosa per i neogenitori. “È una proposta di buon senso – ha spiegato Passalacqua – che è già stata adottata da altri comuni della provincia”. La seconda proponeva di rivedere la riassegnazione degli stalli auto per le persone disabili. “Abbiamo già segnalato delle incongruenze nella revisione e in questi mesi ne sono emerse altre – ha detto il presidente della onlus –. Chiediamo che la commissione sociale riesamini la questione”.
“Il sindaco si deve prendere la responsabilità di dare una risposta agli oltre 500 cittadini che hanno sottoscritto le petizioni. Non può cadere tutto nel silenzio – ha ribadito Passalacqua –. Venerdì sarò dalle 9 di fronte al Comune per difendere i diritti dei disabili e dei neogenitori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.