Quantcast

Giornata della sindrome di Down, ‘Andare oltre si può’ promuove un abbraccio virtuale foto

L'associazione: "Abbraccia un cuscino e pubblica un selfie per ricordare a tutti che diversità e differenze non sono ostacoli"

Sabato (21 marzo) è la giornata mondiale della sindrome di Down e l’associazione Andare oltre si può invita tutti a compiere un piccolo gesto, a distanza, per regalare un abbraccio a Iacopo, Manuel, Samantha, Giulia, Martin, Youssef, Teresa, Chiara, Sergio, Pia e tutte le persone affette dalla sindrome.

“A causa del coronavirus non si svolgerà quindi la settima edizione de Il più grande selfie d’Italia con le nostre t-shirt – dice l’associazione –  ma c’è ancora una possibilità. Sabato (21 marzo) abbraccia un cuscino e pubblica un selfie taggando @andareoltresipuo con gli hashtag #wdsd20 #wedecide #itsmysay #oraparloio, per ricordare a tutti che diversità e differenze non sono ostacoli“.

“Quest’anno è andata così, ma non vogliamo rimanere nel silenzio di questa quarantena – dice Andare oltre si può –  Con noi parteciperanno amici dello spettacolo e dello sport come Luca Tommassini, Ringo Dj, Max Brigante, Samantha De Grenet, Justine Matera, Jane Alexander, Lorenzo Nicitra, Elisabetta Ferracini, Andrea Lo Cicero, Alessandra Tripoli, Toto Rossini e tanti altri. Insieme realizzeremo Il più grande abbraccio d’Italia“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.