Emergenza economica, dilagano i gesti di solidarietà

In centro anche i privati si mobilitano per chi ha più bisogno

Emergenza coronavirus, la solidarietà dilaga. Non solo i negozi hanno iniziato a gestire collette alimentari autogestite, con buste o cassette lasciate all’entrata degli esercizi per donare o prendere a seconda delle necessità.

Anche alcuni privati hanno deciso, in autonomia, di proporre lo stesso meccanismo. È per esempio il caso segnalato dal consigliere comunale di Sinistra con Tambellini, Daniele Bianucci. In una via del centro qualcuno, appeso al cancello di una marginetta, ha appeso una busta della spesa con su scritto: Se puoi lascia, se hai bisogno prendi!.

Un bellissimo gesto che, sicuramente, sarà emulato da tante altre persone sul territorio.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.