Quantcast

Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Da Unicoop Firenze 200mila mascherine per gli studenti che usano il bus per andare a scuola

Il ministro Bianchi: "Tutti avvertiamo la necessità di mettere la scuola al centro della vita della nostra comunità e dello sviluppo del paese"

Grazie al contributo di Unicoop Firenze, la città metropolitana di Firenze distribuirà mascherine Ffp2 a tutti gli studenti delle scuole superiori dell’area metropolitana di Firenze che ogni giorno utilizzano i mezzi pubblici per raggiungere i propri istituti. Lo stesso potranno fare le province di Prato, Pistoia, Lucca, Arezzo, Siena e Pisa.  

Questo in virtù della donazione della cooperativa, che sta consegnando in queste ore 200mila mascherine Ffp2, prodotte in Italia.

Una donazione che il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi commenta così: “Un’iniziativa di questo tipo rafforza l’azione che come ministero e come governo stiamo portando avanti per assicurare il rientro a scuola, in presenza e in sicurezza, delle studentesse e degli studenti. La scelta di Unicoop Firenze dimostra che il nostro obiettivo è condiviso, che tutti avvertiamo la necessità di mettere la scuola al centro della vita della nostra comunità e dello sviluppo del paese”.

Unicoop Firenze è intervenuta in risposta alla richiesta da parte degli amministratori di avere a disposizione mascherine Fffp2 da consegnare agli studenti delle scuole superiori che devono prendere i mezzi pubblici per recarsi a scuola. Negli scorsi giorni, infatti, dopo diversi mesi a casa, anche i ragazzi che frequentano le scuole superiori hanno ripreso la didattica in presenza. Questo ha portato ad un aumento degli studenti che si muovono con i mezzi pubblici. Da qui l’esigenza di dotarli di mascherine Ffp2, più filtranti rispetto alle altre, per garantire maggiore sicurezza.

“Dopo l’appello degli amministratori, ci siamo attivati per donare e consegnare mascherine Ffp2 agli studenti toscani. Fra le diverse fasce della popolazione, i giovani sono fra i più colpiti dalla pandemia e dalla conseguente riduzione della socialità, con effetti anche pesanti, come ci dicono gli esperti – spiega Daniela Mori, presidente del consiglio di sorveglianza di Unicoop Firenze – abbiamo così voluto contribuire con un gesto semplice, mettendo a disposizione dei ragazzi che si muovono sui mezzi pubblici dispositivi di sicurezza capaci di garantire maggiore protezione. È importante per i ragazzi, che in questo modo vanno a scuola più sicuri, e per tutta la comunità“.

“Durante questi mesi i nostri sforzi sono sempre stati massimi per tutelare e tenere insieme due diritti fondamentali: quello all’istruzione e quello alla salute. Da questo punto di vista, sappiamo bene quanto sia assolutamente necessario rispettare le norme anticontagio ed assicurare che le scuole e i mezzi di trasporto siano luoghi sicuri. Per questo voglio ringraziare moltissimo Unicoop Firenze che, donando 200mila mascherine a studentesse e studenti delle superiori che utilizzano il trasporto pubblico, dimostra ancora una volta il suo impegno e la sua attenzione verso il mondo della scuola. Un mondo che ha affrontato e sta affrontando un momento difficile e che merita davvero tutta la nostra attenzione e tutte le possibili sinergie per consentire alle studentesse e agli studenti di tornare in classe in sicurezza e recuperare così quella socialità che è parte integrante del percorso formativo”, commenta Alessandra Nardini, assessore all’istruzione della Regione Toscana.

“Un bel gesto di attenzione verso gli studenti delle scuole superiori – dichiara Matteo Biffoni, presidente Anci Toscana – ragazzi che forse più di tutti hanno sofferto le restrizioni legate alla pandemia. Sono sempre stato convinto che far tornare i ragazzi a scuola, in sicurezza, fosse fondamentale. Questa donazione è un aiuto che va proprio in questa direzione”

“Quella promossa con il contributo di Unicoop Firenze – afferma Francesco Casini, consigliere della Città Metropolitana di Firenze delegato alla mobilità –  è un’ulteriore misura per garantire ai giovani cittadini metropolitani il diritto di spostarsi in piena sicurezza, che accompagna i provvedimenti messi in campo dalla Metrocittà per potenziare il trasporto pubblico in chiave anti-contagio. Tra questi ricordiamo l’implementazione del parco mezzi e la creazione di una rete di monitoraggio a bordo e alle fermate attraverso la presenza di steward, in collaborazione con la prefettura, il mondo della scuola, le aziende di trasporto, la protezione civile e le associazioni di volontariato. Ringraziamo la cooperativa per la sua attenzione e disponibilità”

“Condivido in pieno la scelta del governo di far tornare in classe più studenti possibili – dice Luca Menesini, presidente di Upi Toscana – È importante infatti che la ripartenza del nostro paese comprenda anche la ripartenza della scuola, luogo in cui i nostri ragazzi si formano dal punto di vista professionale, sociale e umano. In quest’ottica ringrazio Unicoop Firenze per la sensibilità dimostrata donando mascherine Ffp2 per gli studenti che utilizzano i mezzi pubblici per recarsi a scuola. Lo abbiamo sempre detto che dalla pandemia ci si esce uniti e queste azioni confermano che la collaborazione e la solidarietà sono gli strumenti giusti per superare le difficoltà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.