Quantcast

Maternità surrogata, una convention di due giorni al convento di San Cerbone

Organizzata dall'associazione Via Verità Vita, in apertura il saluto del vescovo Giulietti

Maternità surrogata: dalla parità allo sfruttamento della donna. Questo il titolo della convention organizzata dall’associazione Via Verità Vita che venerdì (4 giugno) e sabato si terrà a Lucca al convento di San Cerbone.

I relatori si sono dati appuntamento per un evento – fruibile da remoto – su questa pratica “vietata in Italia – spiegano i promotori – ma non perseguibile come reato se commessa all’estero. Quali sono gli aspetti scomodi che scuotono le coscienze? In primis la salute delle donne coinvolte e dei figli nati per altri, precisa il professor Carlo Valerio Bellieni, neonatologo dell’università di Siena e membro del comitato etico della Regione Toscana. C’è ancora molto da fare per la dignità della donna e la tutela dei bambini. Sulle misure di contrasto allo sfruttamento della donna nel panorama internazionale ed italiano intervengono l’eurodeputato Simona Baldassarre, e l’onorevole Maria Teresa Bellucci. Gli studi compiuti dall’organizzazione umanitaria Steadfast Onlus Ngo, impegnata sul campo e le inchieste di Monica Ricci Sargentini del Corriere della Sera, smascherano la favola dell’altruismo e della autodeterminazione delle donne, cadute nella trappola del business dell’utero in affitto. In questo contesto etico-sociale, emerge il punto di vista di ProVita e Famiglia, la maggiore associazione italiana pro-life, nota per le sue campagne mediatiche”.

È giuridicamente e moralmente lecito far nascere un bambino orfano ab origine di padre o madre? – si chiedono gli organizzatori – Questo è uno degli interrogativi della giornata incentrata sui profili etico-giuridici, in cui si passa dal diritto al figlio ai diritti dei figli con il professor Aldo Rocco Vitale, docente di biogiuridica alla università Regina Apostolorum e socio del Centro Studi Livatino, per esplorare con l’avvocato Margherita Prandi del foro di Piacenza e socia del Centro studi Livatino, quale sia, oggi, il preminente interesse del minore nelle decisioni dei giudici italiani e delle corti europee, attraverso il parallelismo con l’istituto dell’adozione. Il seminario si conclude con l’intervento del dottor Giacomo Rocchi consigliere della Corte di Cassazione sulla prospettiva dell’obiezione di coscienza alla maternità surrogata e sui suoi potenziali effetti”.

Il taglio degli interventi giuridici sarà alla luce anche delle recentissime sentenze della Corte Costituzionale in materia. In apertura porterà il saluto della diocesi il vescovo di Lucca, monsignor Paolo Giulietti.

Patrocinano l’evento il Comune di Pisa, ProVita e Famiglia Onlus e la Steadfast Onlus Ngo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.