Quantcast

Ricovero in ospedale, a Lucca e in Versilia i pazienti raccontano la loro esperienza

In tutto il territorio dell'Azienda usl toscana nord ovest sono oltre 13mila i questionari compilati per l'Osservatorio permantente

Un osservatorio permanente per raccogliere i pareri dei pazienti sulla qualità dell’esperienza di ricovero. E’ il Patient Reported Experience Measures, nome attribuito alla rilevazione avviata a partire dalla fine del 2018 e promossa dalla Regione Toscana e dal Laboratorio Mes della scuola superiore Sant’Anna di Pisa.

I pazienti ricoverati che decidono di aderire all’indagine sono invitati a partecipare dal personale ospedaliero e dopo la dimissione ricevono un link personalizzato per rispondere al questionario sull’esperienza di ricovero. Le risposte dei pazienti al questionario sono raccolte e analizzate in modo anonimo e aggregato dai ricercatori del laboratorio di management e sanità.

Nell’Azienda Usl Toscana nord ovest sono 8 su 13 gli ospedali coinvolti: Apuane, Lucca, Versilia, Pontedera, Cecina, Piombino, Portoferraio e Livorno, ma questa opportunità sarà progressivamente estesa a tutti gli ospedali dell’azienda. Dall’inizio della rilevazione sul territorio aziendale sono stati compilati oltre 13 mila questionari da parte dei pazienti, un patrimonio informativo straordinariamente importante per i professionisti sanitari e per la direzione aziendale. Il periodo del Covid non ha interrotto la rilevazione e, nonostante le difficoltà legate a un periodo di forte complessità, i pazienti hanno continuato ad esprimere una valutazione nel complesso buona.

“Alla domanda Come valuta complessivamente l’assistenza ricevuta in reparto? più del 90% dei pazienti ha dato un giudizio assai positivo; in particolare circa il 30% ha attribuito una valutazione buona e oltre il 60% ottima – riportano dal laboratorio -. Alcune considerazioni possono inoltre essere inserite dai cittadini in appositi campi che permettono di scrivere un testo libero. Anche i commenti sono nel complesso ampiamente positivi e riguardano soprattutto i professionisti coinvolti; il fattore umano è infatti sicuramente uno dei fattori più rilevanti in quest’ambito”. Non mancano, comunque, gli spunti di riflessione e i suggerimenti per migliorare.

“Vorrei ringraziare – evidenzia la direttrice generale dell’Azienda Usl Toscana nord ovest Maria Letizia Casani – tutte le persone che hanno dedicato il proprio tempo a rispondere ai questionari, perché il punto di vista dei pazienti è una leva fondamentale per motivare il personale e attivare processi di miglioramento. Un grande ringraziamento va inoltre al personale, come riconoscimento e motivo di orgoglio per tutti gli operatori che quotidianamente si impegnano, con passione e professionalità, nella presa in carico, nell’assistenza e nella cura dei pazienti, anche e soprattutto nei momenti di grande difficoltà come quello che stiamo attraversando”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.