Quantcast

‘L’unico sangue che accettiamo è quello donato’, al via la campagna dell’Azienda Usl Toscana nord ovest

I centri trasfusionali aderiscono alle iniziative per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne

L’unico sangue che accettiamo è quello donato. Con questo slogan tutti i centri trasfusionali dell’Azienda Usl Toscana nord ovest parteciperanno alle manifestazioni organizzate per giovedì (25 novembre) in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

“Spesso organizziamo momenti di divertimento per i donatori – dice Fabrizio Niglio, direttore dell’area di medicina trasfusionale dell’Azienda Usl Toscana nord ovest – ma, ogni 25 novembre, ci teniamo ad essere portatori di uno specifico messaggio contro ogni forma di violenza. Sembra una cosa scontata ma, purtroppo, non è così. Quindi impegnarsi in un promemoria importante come quello del dono sarà un occasione unica per dare voce a questo pensiero. Nessuno più del donatore sa cosa è la solidarietà e la capacità di dare senza ricevere. Per questo giovedì 25 novembre vi aspettiamo nei nostri centri per gesto che avrà doppio valore, per chi riceverà la donazione e per chi la farà. Il dono è e resta un messaggio importante di pace che non crea mai divisioni perché salva vita senza distinzione alcuna. In quest’occasione, come sempre, al vostro fianco ci sarà tutto il personale del trasfusionale e i volontari delle associazioni donatori impegnati, come voi, a condividere momento e messaggio. Tutte le strutture trasfusionali della Asl nordovest saranno pronte ad accoglievi e a dare risalto a questa giornata così importante. Confidiamo nella vostra consueta generosa risposta. Tante piccole voci fanno un urlo che speriamo arrivi a chi continua ad essere sordo, cieco e stupido anche davanti all’evidenza che non c’è genere, colore, pensiero dominante sugli altri”.

Donatore può essere chiunque, uomo o donna, di età compresa tra i 18 e i 65 anni in condizioni di buona salute e con un peso superiore ai 50 chilogrammi. Tutti i lavoratori dipendenti hanno diritto alla giornata di riposo retribuita. Chi dona per la prima volta (aspirante donatore) può farlo esclusivamente dopo aver effettuato un colloquio preventivo con i medici ed esami di controllo predonazione. La cosiddetta ‘donazione differita’ ha lo scopo di aumentare la sicurezza trasfusionale per i pazienti e tutelare la salute del cittadino.

Sul sito della Azienda Usl Toscana nord ovest nella sezione ‘Come fare per’ sono riportate le risposte alle domande più frequenti sull’argomento, indicazioni sul centro trasfusionale più vicino e come poter prenotare la propria donazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.