Quantcast

Sostegno psicologico, sono 262 le donne che nel 2021 si sono rivolte all’associazione Luna

171 hanno concluso il percorso di uscita dalla violenza mentre 91 donne sono attualmente accompagnate nel loro progetto

Sono 262 le donne che nel solo 2021 si sono rivolte all’associazione Luna, sia per avere delle consulenze legali sia per intraprendere un percorso di sostegno psicologica al centro antiviolenza.

Sempre nel 2021, 171 donne hanno concluso il percorso di uscita dalla violenza mentre 91 donne sono attualmente accompagnate nel loro progetto, di cui 60 di nazionalità italiana, 9 dell’unione europea e 15 di stati non appartenenti all’Ue. Nell’anno in corso sono state ospitate nelle strutture del centro 34 donne e 43 bambini. Di questi sono attualmente presenti nelle case protette e in casa famiglia 15 donne e 18 bambini.

“Luna nasce 21 anni fa ed è ormai da anni inserita nell’elenco dei Centri antiviolenza della regione toscana – ricorda l’associazione -. La finalità del centro è quella di combattere e prevenire ogni tipo di violenza di genere, accogliendo, sostenendo e offrendo alle donne un percorso di uscita dalla violenza. Questo percorso ha come obiettivi la diminuzione dello stato di disagio delle donne che si rivolgono al
servizio, il miglioramento della loro qualità esistenziale e della loro partecipazione alla vita sociale, la crescita della consapevolezza identitaria e valoriale e della capacità di elaborazione dei propri vissuti, l’acquisizione di competenze relative all’orientamento verso le risorse territoriali, tutto attraverso l’attivazione di percorsi di empowerment, ovvero acquisizione di autonomia e di autostima. Il centro gestisce, inoltre, case rifugio a indirizzo protetto e strutture in semiautonomia, dove vengono ospitate donne vittime di violenza di genere e i loro figli in pericolo di vita. La finalità di queste strutture è quella di mettere in sicurezza donna e bambini e di iniziare, in un ambiente il più possibile caldo e accogliente, un percorso individuale di autonomia e di empowerment, indispensabili per uscire dalla situazione di violenza”.

A dicembre la del centro antiviolenza sarà trasferita in via Ungaretti 86 a San Concordio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.