Menu
RSS

Pirogassificatore, Attuacost: “Dica no anche giunta Regione”

KME7Pirogassificatore Kme, interviene il Comitato per l'attuazione della Costituzione della Valle del Serchio.
"Nelle scorse settimane, come noi da dicembre avevamo auspicato - dicono dall'associazione -  la questione del progetto gassificatore Kme è stato portata all’attenzione del consiglio regionale della Toscana; ciò è avvenuto sia in termini di mobilitazione, con il presidio di molti cittadini della Valle del Serchio sotto la sede del consiglio regionale, sia con l’approvazione di due mozioni di chiaro indirizzo politico contrarie alla ipotesi di realizzazione di tale progetto. Ci sembra opportuno sottolineare nuovamente l’importanza di tale risultato; in primo luogo l’approvazione di tali mozioni non era scontata, viste le posizioni espresse in precedenza da alcune forze politiche, ma soprattutto non era forse nelle previsioni il voto unanime di tutto il consiglio regionale. Ci preme quindi ringraziare quei consiglieri regionali che si sono impegnati alla preparazione di tali mozioni, in stretto contatto con movimenti e comitati del nostro territorio, capaci anche di farla condividere a tutte le forze in Consiglio. Ma sicuramente ha pesato fortemente il gran lavoro e la forte mobilitazione realizzata in Valle del Serchio, con le quasi 9mila firme raccolte contro il pirogassificatore e l’espressione dichiaratamente contraria a tale impianto di quasi tutti i sindaci della Valle (a parte due eccezioni, Coreglia Antelminelli e Sillano Giuncugnano)".

Leggi tutto...

Tana Termini, comitato sulle barricate: "No all'impianto"

tanaterminiDopo il primo sopralluogo della commissione d’inchiesta in merito alle discariche sotto sequestro e al ciclo dei rifiuti, su Tana Termini non si fa attendere nemmeno il commento di Fabio Nesti, presidente del comitato cittadino nato – come ha sostenuto lo stesso presidente – “per controllare che le cose vengano fatte in modo trasparente”. Trasparente proprio come la posizione che lui e gli altri membri della commissione questa mattina hanno urlato a gran voce: l’impianto, lì, non ci deve stare.

Leggi tutto...

Vcs, conti in tasca al Summer Festival

4940eac6 6139 4f21 abef 1ea820402483 1Vivere il Centro Storico fa i conti in tasca al Summer Festival. Spulciando il bilancio del 2018 liquidato con la determina 1335 del 2018 Determinazione unica per l’affidamento e liquidazione di servizi.
"Vi troviamo 39154,35 euro - spiegano dal comitato - per servizio di assistenza medico-sanitaria – centrale operativa 118, 34379 euro per servizio di vigilanza antincendio del comando provinciale Vigili del Fuoco, per un totale di 73.533,35 euro. Oltre a queste spese Il Comune deve poi pagare i costi relativi all’energia elettrica fornita alla manifestazione, alla sicurezza al di fuori dell’area di spettacolo, quindi tutti gli agenti del Comune di Lucca nonché gli eventuali rinforzi extracomunali, la pulizia all’interno ed all’esterno dei luoghi dove si svolge la manifestazione, la rimozione di lampioni, rastrelliere e simili che disturbano la stessa, i regali per gli artisti e poi la “provvidenza” versata all’organizzatore per aumentare i suoi ricavi che non può essere meno di 60mila euro l’anno (ma l’accordo quadro non stabilisce quanto può essere il massimo). Verosimile stimare un costo di circa 200mila euro all’anno a cui si dovrebbero poi aggiungere i circa 8mila permessi di accesso in Ztl, la cessione gratuita del Palazzo Ducale per tutta la durata della manifestazione. Per onestà dobbiamo ammettere che i cartelli impiegati per i cambiamenti di viabilità durante i concerti sono a carico dell’organizzatore".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter