Idea scalo merci a Castelnuovo, summit al ministero

Primo tassello del progetto di costruzione di un nuovo scalo merci presso la stazione ferroviaria di Castelnuovo. Si è tenuto, infatti, presso il ministero delle infrastrutture e dei trasporti a Roma, su interessamento del viceministro Riccardo Nencini, un tavolo tecnico per discutere dello sviluppo commerciale della rete ferroviaria Lucca-Aulla e, in particolare, per valutare concretamente la possibilità di realizzazione di uno scalo merci ferroviario, tramite il potenziamento e l’adeguamento del tratto esistente, della stazione di Castelnuovo che faciliterebbe, tra le altre cose, lo sviluppo dell’industria cartaria manifatturiera della Garfagnana e della Valle del Serchio.

Alla riunione erano presenti il sindaco di Castelnuovo Andrea Tagliasacchi, il presidente dell’Unione Comuni Garfagnana Paolo Fantoni, l’assessore alle infrastrutture del Comune di Lucca Francesca Pierotti, il dirigente Adriano Poggiali in rappresentanza dell’assessore Vincenzo Ceccarelli della Regione Toscana, rappresentanti di Rfi, la dottoressa Nannina Ruiu responsabile della direzione pianificazione strategica di Rfi della segreteria tecnica del vice ministro Nencini ed un rappresentante tecnico della azienda Lucart. È stato concordato un metodo di lavoro per approfondire la compatibilità e sostenibilità economica progettuale del trasferimento su rotaia del traffico delle merci su gomma, con l’eventuale investimento e realizzazione dell’opera infrastrutturale.
L’azienda che appare chiamata a fare da apripista all’utilizzazione del futuro scalo merci è la Lucart con la cartiera castelnuovese a poche centinaia di metri dalla stazione ferroviaria, ma a ruota ci dovrebbe essere l’interessamento delle aziende estrattive del marmo del Comune di Vagli Sotto e degli altri opifici della valle, a cominciare da quelli delle zone industriali di Castelnuovo e Pieve Fosciana. Naturalmente parlare della costruzione di uno scalo merci moderno e funzionale presuppone l’ammodernamento ed il potenziamento del tratto ferroviario tra Castelnuovo e Lucca e quello tra Castelnuovo e l’alta Garfagnana ed Aulla, obiettivo che sta ai primi posti nelle agende dell’Amministrazione comunale Tagliasacchi e dell’Unione Comuni guidata da Paolo Fantoni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.