Accordo per un nuovo scalo merci in Garfagnana

Tavolo tecnico, stamani (27 aprile) a Firenze, al Provveditorato delle Opere Pubbliche, convocato dal viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini, con Rfi, assessore regionale ai Trasporti della Toscana, Vincenzo Ceccarelli e rappresentanti istituzionali di Lucca e del territorio della Garfagnana. Nell’incontro, spiega un comunicato, si è convenuto di “predisporre e sottoscrivere un protocollo d’intesa avente per oggetto l’adeguamento e il potenziamento della linea ferroviaria ad uso commerciale Lucca-Castelnuovo Garfagnana e la creazione di uno scalo merci in quest’ultima località”.

Rfi ha assunto l’impegno di investire entro la prossima estate 10 milioni di euro, ossia parte dell’intervento complessivo di finanziamento che ammonta a circa 20 milioni di euro. Sempre la nota riporta che “si è condiviso di reperire la parte residua in ulteriori risorse, tra cui quelle relative al piano delle aree interne”.
Il progetto in esame rientra nel potenziamento della rete ferroviaria Lucca Pistoia e nei programmi di valorizzazione del porto di Livorno. L’area della Garfagnana “è uno dei polmoni economici della Regione Toscana, in cui sono insediate aziende cartiere di grandi dimensioni”. Con il progetto di trasferimento delle merci da gomma su rotaia si producono effetti e benefici di interesse generale in tutta l’area il cui obiettivo implica anche il risanamento ambientale e il miglioramento della sicurezza stradale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.